Shiro

Ho un cane. Ho un bellissimo barboncino nano, bianco come la neve. Mi è stato regalato quattordici anni fa. Quattordici. Ho 24 anni, il che vuol dire che ho vissuto metà della mia vita con lui, Shiro. Siamo cresciuti assieme. Lui era sempre lì. Aspettava il mio ritorno quando andavo a scuola, asciugava le mie lacrime quando qualcosa andava storto, mi scaldava cuore ed anima nelle giornate più fredde e buie, mi leccava le dita quando toccavo qualche cibo strano, mi leccava anche il viso quando gli andavo vicino per dirgli che gli volevo bene, mi ha distrutto le mie ciabatte nuove appena acqistate quando era un cucciolo, ha mangiato veleno per topi e dio se ero preoccupata. Ne abbiamo passate tante, ma lui era sempre lì, sempre al mio fianco, pronto a stressarmi, pronto a starmi vicino, pronto a farmi arrabbiare, pronto a farmi piangere, pronto a sostenermi, pronto a leccarmi..lui semplicemente c’era. E io dove sono adesso? Dove sono adesso che lui ha bisogno di me? Sono a km di distanza, in Inghilterra. Non è colpa di nessuno se sono qui. Non è colpa tua amore, non lo è. Ho deciso IO di esserci per il tuo compleanno. Che poi, alla fine, è stato come se non ci fossi stata.

Ora, Shiro, sono logorata dai sensi di colpa. Piango, piango sempre, e non ne posso più delle persone che mi dicono di non piangere. Cosa mi resta al di fuori delle lacrime? Lacrime che scorrono, che cadono sulla tastiera del computer, che vengono asciugate da un fazzoletto. Prima c’era la tua pelliccia ad assorbire tutto, ti prendevo in braccio, mi appoggiavo su di te e tu stavi lì, ad aspettare che le mie lacrime scendessero. E ora mi trovo a pregare, sì, pregare, di trovarti ancora vivo domani sera quando arrivo. Vorrei solo poterti stringere un’altra volta, vorrei solo poterti toccare, poter sentire il tuo cuore battere, poter guardarti negli occhi, poter sentire il tuo calore un’ultima volta. Prego affinché tu resista almeno un altro giorno, un altro giorno, solo un giorno. Non pretendo che tu stia con me per altri mesi o anni, ma un giorno. Shiro non abbandonarmi adesso, non lo hai mai fatto, non farlo adesso che sono lontana. Non farlo. Ho bisogno di te.

Grazie piccolo cucciolo mio. Grazie.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...