LIEBSTER AWARD 2016

Buongiorno lettori e lettrici! Sono stata nominata da 3 blogger diverse al LIEBSTER AWARD 2016. Voi vi starete chiedendo che cosa sarà mai questo Liebster che manco so pronunciarlo?? Almeno, questo è quello che ho pensato io, per cui ve lo descrivo brevemente. Si tratta di un riconoscimento che viene dato ai blog con meno di 200 iscritti, proprio per promuovere e far conoscere questi blog nuovi o comunque poco conosciuti. A quanto pare ci sono due modalità diverse in cui si può partecipare: in una si devono dire 11 cose a caso su di sé mentre nell’altra bisogna rispondere a delle domande che ci sono state poste dal blogger che ci ha nominato. Io sono stata nominata per entrambi i tipiiiii!! SIIIIIIII

Comincio con il ringraziare The True Reader Lily e queste sono le mie risposte alle sue domande:

Qual è il libro che racconta la storia che porti nel cuore? E perché.

Ci sono molti libri a cui sono legata per cui mi è sinceramente difficile scegliere. In particolare ero indecisa tra L’Alchimista, Mangia Prega Ama e Fahrenheit 451. Tra i 3 quello che forse merita di essere qui citato è l’ultimo. Questo libro mi è stato fatto leggere (quindi sì, “imposto”, anche se al contrario di molti, se non tutti miei compagni di scuola, esultavo quando l’insegnante ci dava da leggere qualcosa) dalla mia prof.ssa delle medie che ricordo con affetto. Mi sembrava impossibile potessero esistere dei pompieri che invece di spegnere il fuoco lo appiccassero e che per di più lo appiccassero ai libri! I miei tanto amati libri! E leggendo, andando quindi contro le persone presenti nel libro, mi sono sentita sempre più in dovere di proteggere i libri, di salvaguardarli e forse da qui si spiega perché sono mooolto diffidente nel prestarli, li tengo con cura, mi dispero se si rovina la copertina ecc ecc ecc. 🙂

Libro cartaceo o digitale?

ASSOLUTAMENTE CARTACEO! Questa era, è e rimarrà la mia posizione. Fino a qualche mese fa non volevo assolutamente saperne di Kindle, Kobo ed ebook ma purtroppo (o per fortuna!) non sono Trump e non mi posso permettere una libreria da 100000 volumi né per il costo dei libri né per lo spazio che mi occuperebbe in casa per cui anch’io dopo anni e anni di resistenza, cederò al Kindle anche se continuerò ad acquistare il cartaceo per tutti i libri che porto nel cuore.

Hai mai scritto un libro o un racconto?

Di sicuro non ho scritto un libro, un racconto forse ma è più probabile che non l’abbia mai iniziato. Tra i tanti sogni c’era la scrittrice ma poi mi resi conto che era molto più facile (e mi riusciva anche meglio) fare la lettrice!

Cosa ti attrae di un libro?

TUTTO! Sì, lo so, risposta banalissima ma è proprio così. Mi attrae la sensazione di averlo in mano, girarlo e rigirarlo per osservarne ogni angolatura; mi attrae la copertina; mi attrae il titolo ed immaginarmi cosa possa voler dire; mi attrae il profumo del libro nuovo e del libro vecchio; mi attrae l’inchiostro nero su carta bianca o su carta ingiallita dagli anni; mi attrae la storia; mi attrae il mondo alternativo che posso vivere mettendomi nei panni di qualsiasi protagonista..mi attrae tutto ragazzi!

Ascolti la musica quando leggi? Ci sono romanzi a cui associ una colonna sonora?

No, non mi è mai capitato di ascoltare musica quando leggo, anzi prediligo il silenzio assoluto, anche se non ho problemi ad immergermi nella lettura con chiacchiere di sottofondo. E no, non ho romanzi a cui associo una colonna sonora.

Qual è la tua saga preferita?

Oh assolutamente La Torre Nera, seguito da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco e da Harry Potter.

Cosa pensi degli scrittori che si avvalgono di “ghostwriter”?

Ho dei pensieri molto controversi. A volte credo nel “perché no?” nel senso, ci sono persone che mancano di immaginazione (uno dei motivi per cui non mi cimento nella scrittura) ma che sono bravi nella scrittura e altri che hanno l’immaginazione per scrivere un buon libro ma non hanno le capacità di scrittura. I primi possono fare i ghostwriter e i secondi si servono di un ghostwriter. Quello che mi dà fastidio e che non tollero è quando i ghostwriter non vengono citati, non vengono menzionati, quando a loro non viene data la giusta importanza, questo mi fa incazzare. Zoella pensa al libro, il ghostwriter lo scrive. Come si chiama? Perché conosco Zoella e non la vera scrittrice? Perché la persona che non sa scrivere riceve molti più soldi di quella che l’ha scritto? Questo no, non mi piace.

Meglio il film o il libro?

Ma non scherziamo! LIBRO! Cioè ragazzi voi potete immaginarvi tutto, TUTTO! L’ambientazione, le voci, i protagonisti, il modo di muoversi, voi vi fate il film finché leggete il libro!! Fantastico, è fantastico!

Hai un genere preferito o leggi un po’ di tutto?

Sinceramente leggo un po’ di tutto, cercando di evitare i romanzi storici anche se Enrico mi ha proposto qualcosa di Manfredi e non mi è dispiaciuto affatto.

Quanto spesso senti il bisogno di correre in libreria a fare scorte?

Beh fosse per me acquisterei libri ogni giorno ma appunto, non sono Trump!

Con che criterio sistemi i libri nella tua libreria?

Tasto dolente. Vado in ordine alfabetico per autore; se ho più libri dello stesso autore vado in ordine alfabetico anche per i libri; nel caso di una saga vado in ordine temporale. La cosa non mi soddisfa perché odio vedere libri alti e libri bassi; libri con copertina rigida in mezzo a libri con copertina flessibile..insomma..devo ancora trovare la modalità perfetta. Che poi spiegatemi com’è che su instagram tutte le librerie casareccie che vedi c’hanno i libri della stessa altezza, spiegatemelo perché io non ce la posso fa’! 😉

Ora, qua mi sa che tutti sono già stati nominati per questo Liebster Award 2016 quindi, perdonatemi per un’eventuale altra nomina:

Veniamo alle vostre domande:

  1. Quale libro proprio non siete riusciti a finire?
  2. Avete una specie di rituale prima di iniziare a leggere o mentre leggete?
  3. Se doveste scegliere una meta in cui vi vedete leggere, quale sarebbe? (Sia come luogo in un posto preciso sia come zona geografica)
  4. Quando avete capito di amare la lettura?
  5. Quando dovete far spazio in casa (per traslochi o semplicemente per mancanza di posto) dove mettete i libri che decidete di non avere più?
  6. Sempre in caso di mancanza di spazio, come decidete quali sono i libri da tenere obbligatoriamente e quali no?
  7. Quale libro che avete letto ha la copertina più brutta per voi?
  8. Annusate mai le pagine dei libri? E come vi fanno sentire?
  9. Se state leggendo un libro molto grande, diciamo sulle 1000 pagine o più, lo portate in borsa o lo lasciate a casa?
  10. Vi capita mai durante la giornata, di “parlare” con i personaggi del libro che state leggendo in quel periodo, anche se in quel preciso momento non state leggendo?
  11. Avete provato a leggere ogni genere di libro oppure quando avete iniziato a leggere vi siete fermati a quello che vi piaceva di più?

Ecco fatto! Ora tocca a voi! 😉

Passo adesso all’altro tipo di nomina, e qui devo ringraziare sia ardath sia sara! 🙂

In questo si devono dichiarare 11 cose a caso e poi taggare altri 5 blog!

Cominciamo..

  1. Mi reputo una nerd e non ho nessuna vergogna nel definirmi o essere definita tale. Amo guardare serie tv, leggere fumetti, drogarmi guardando ogni tipo di film su supereroi e company! La vita sociale la lascio ad altri!
  2. Mi piace ballare ma lo faccio solo ed esclusivamente quando sono da sola, se per caso vengo scoperta mi vergogno come una ladra e vorrei sprofondare.
  3. Ho l’ansia dei viaggi se so che non posso andare a fare pipì. Se mi viene assicurato che nel tragitto posso andare in bagno, o che in un certo luogo dove mi devo recare c’è il bagno e posso andarci, sono molto più tranquilla.
  4. Vorrei avere la capacità di leggere nella mente, non tanto per farmi gli affari degli altri ma per sapere cosa pensano di me perché da eterna insicura credo sempre di non piacere e di risultare antipatica.
  5. Mi piacerebbe lavorare nella mia casa, adibita a “biblioteca” dove persone di ogni genere ed età possono entrare per gustarsi una bevanda calda o fredda con una fetta di dolce fatta in casa accompagnata ad un buon libro se questo proprio non dovesse realizzarsi mi piacerebbe lavorare come recensionista di libri.
  6. A gennaio mi trasferirò in Inghilterra. Vi dico solo che nel primo test di ingresso fatto in prima superiore presi 4. Boom bitches! (Ci stava dai!)
  7. Mi piacerebbe nuotare con i delfini, afferrare la loro pinna e farmi trasportare da loro. Piccolo problema: ho la fobia dell’acqua per cui questo sogno negli anni è un po’ cambiato ergo mi piacerebbe per lo meno toccare, accarezzare un delfino.
  8. Ho una patologia cronica che si chiama “mancanza di autostima perenne”.
  9. Un giorno vorrei avere un Bovaro del Bernese, femmina, di nome Nymeria (riferimenti a fatti, persone, animali, libri, saghe, g.r.r.martin, puramente casuali).
  10. Quand’ero bambina mi sono perdutamente innamorata di Heric (protagonista maschile di Rossana). Sì, mi sono innamorata di un ragazzo di un cartone animato. Cartone animato. Sì. Ma ero bambina. Capitemi.
  11. Ultimamente sono fissata con questo modo di dire inglese: easy peasy lemon squeezy. Da quando l’ho scoperto, lo hanno citato in due serie tv che seguo così ora lo utilizzo ancora di più!

Bene! Ora lancio la palla a voi..

A presto amici!

eri gibbi

Annunci

10 pensieri su “LIEBSTER AWARD 2016

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...