RECENSIONE: Ti sposo ma non ti conosco di Derek Stevens e Josephine Poupilou

TITOLO: Ti sposo ma non ti conoscocover1

AUTORE: Derek Stevens e Josephine Poupilou

GENERE: Narrativa rosa

PUBBLICAZIONE: 2017

PREZZO: € 2.99 e-book

PAGINE: 115

Prime righe:

Uno stridore metallico sottile e molto vicino arrivò alle mie orecchie facendomi uscire da quello strano torpore senza sogni e senza tempo in cui mi sentivo rinchiuso.

La mente era ancora completamente intorpidita come, del resto, tutte le mie duecentosei ossa che sembravano essersi mummificate in quella posizione fetale da chissà quante ore… o giorni…

TEASER:

«Sei sicura di non averla modificata?»

«Certo che no!» esplosi frustrata aprendo anche gli altri social e ottenendo in breve la stessa risposta di errore.

«Ma non puoi esserne davvero sicura… Tu stessa hai ammesso di non ricordare nulla della giornata di ieri. Stamattina eri convinta che fossimo di sabato invece che di domenica»

Purtroppo Derek aveva ragione.

Quella mattina mi ero ritrovata dentro un abito da sposa e a duemila miglia da casa.

C’era un enorme buco nella mia mente. Una voragine!

TRAMA:

Cosa può essere accaduto a due perfetti estranei per ritrovarsi ammanettati al letto di un albergo a duemila miglia da casa? Lui non lo sa. Non sa nemmeno chi è. Lei non lo sa. Sa solo che non dovrebbe essere lì, vestita da sposa in una suite da luna di miele. Perché si trova lì? E come ci è finita in quell’abito bianco? Tutto sembra non avere senso e quando le cose sembrano andare meglio, ecco che compaiono documenti falsi per entrambi, una Colt semiautomatica, un test di gravidanza positivo e due loschi individui determinati a trovarli a qualunque costo! Non c’è tempo per pensare o per ricordare, ma solo per fuggire e riuscire a capire che diavolo è successo il giorno prima, di cui entrambi non ricordano nulla. Una fuga senza esclusioni di colpi, dove ogni certezza crolla miseramente, ogni ricordo viene stravolto da ciò che scopriranno e le carte del destino si rimescolano ogni volta. Un viaggio che porterà i due protagonisti a percorrere l’intera America fino al definitivo colpo di scena.

RECENSIONE:

Ciao lettori! Anche oggi vi aspetta una bella recensione! Ringrazio subito Elister Edizioni per avermi dato la possibilità di leggere il libro! Allora partiamo come sempre con la copertina: è assolutamente perfetta per il libro visto che i due protagonisti si risvegliano ammanettati in un letto matrimoniale, vestiti da sposi con tanto di fede nuziale al dito! Idem con patate (fritte è meglio) per il titolo, i due infatti risultano sposati ma di conoscersi non se ne parla proprio! Anche la trama secondo me va benissimo così, non racconta troppo e non è nemmeno vaga, ottima! Veniamo al racconto. Allora, sapete ormai che in questi casi non leggo la trama ma scopro il libro mano a mano. Dal titolo ero convinta fosse un romanzo rosa ‘classico’ con tanto di sbaciucchiamenti e fiori vari e invece no, signori miei! Sono stata catapultata fin dall’inizio in un mistero che non riuscivo a sbrogliare! Com’è possibile che sti due non si ricordavano nulla o quasi nulla? Com’è possibile che Jane fosse convinta di lavorare in un centro anziani e invece sembra essere una super modella? La pistola?? Ma quindi Derek non è buono e gentile come sembra? Si tratta di un malvivente?? Tutte domande a cui non riuscivo a dare una risposta! Ero veramente incuriosita di procedere soprattutto per la questione della memoria, devo dire che questo è stato il punto che mi ha incuriosito di più: com’è possibile che Derek non si ricordasse nulla di sè? Com’è possibile che Jane avesse dimenticato un intero giorno?? Dovevo assolutamente continuare a leggere per scoprirlo, credetemi! Ho apprezzato l’idea dell’autore di inserire se stesso nel libro, quando leggo queste cose le trovo spesso una genialata! Ero anche curiosa di leggere questo libro essendo stato scritto da due autori, insomma un libro a 4 mani non deve essere semplice. Secondo me la cosa che può risultare più difficile è mettere assieme due stili di scrittura differenti in modo da ottenerne uno che vada bene ad entrambi e che non si discosti troppo dallo stile di ognuno e devo dire che la cosa è ben riuscita. Non ho mai notato stili diversi per cui credo che anche da questo punto di vista il lavoro sia stato ben fatto. Se volete leggere una storia d’amore un po’ diversa dal solito, in cui è il mistero a farla da padrone, beh lettori, questo libro è per voi!

Voto copertina: 4.5 su 5

Voto titolo: 4.5 su 5

Voto racconto: 4.5 su 5

Voto finale: 4.5 su 5

Bene lettori, cosa dite di questo libro? Pensate di leggerlo? Fatemi sapere!

A presto smemorati

eri gibbi

©

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...