NUOVE USCITE per Piemme

Lettori vi aggiorno anche con nuove uscite firmate PIEMME!

  • Caterina della Notte di Sabina Minardi: Cosa succederebbe se una santa medievale irrompesse nella vita di una donna d’oggi? Una come Caterina da Siena, la cui natura è il fuoco, ostinata e fiera, intransigente e disobbediente. Una che non teme di sfidare i potenti. Che rompe il silenzio delle donne di chiesa. Una donna che scrive? Caterina della notte è nato così: dall’incontro tra una donna di oggi, affamata d’amore. E una santa di ieri, appagata dall’amore per il suo Sposo. Sullo sfondo di un luogo che è emblema di civiltà, di diversità, di cultura e di accoglienza: l’Ospedale di Santa Maria della Scala di Siena. Un luogo popolato, nel corso dei secoli, da malati, pellegrini, mantellate, gettatelli, frati e rettori. Attraversato da pesti, da rivalità, da scoperte mediche, da artisti che vi hanno lasciato impronte indelebili. E tracce di amori e segreti: legami che nella mia fantasia aspettavano solo di essere ricuciti. Davvero la madre di Catherine, la protagonista inglese del romanzo, nata a Siena ma mai tornata in Italia, è morta in un incidente stradale come le è stato raccontato? E chi è la voce narrante, testamento di una donna costretta a vivere da reclusa dentro l’edificio, senza mai vedere la luce? Che rapporto ha con Caterina da Siena, la santa che continuamente all’Ospedale fa ritorno, per ripararsi nella cripta nascosta nelle sue viscere? L’Oratorio di Santa Caterina della Notte, che ha dato il titolo a questo romanzo, trasuda, come l’intero Ospedale, arte, leggenda, storia e fascino: corridoi angusti dopo spazi immensi, scale ripide e tendoni oscuri, gallerie scavate nel tufo e acqua viva che stilla dalla roccia, soffitti che evocano il paradiso, un carnaio, accanto, a richiamare la morte. E alle pareti intrecci di nomi di santi e poveracci. Il resto è un percorso per le strade di Siena e per i suoi luoghi più noti: il Campo, il Palazzo pubblico, il Duomo. In quel secolo straordinario che fu il Trecento: con un’Italia divisa; una figura di regina complicata e trasgressiva come Giovanna I d’Angiò; una chiesa lacerata. E una città che si stagliava per modernità, e che imponeva per legge ai suoi governanti di occuparsi di bellezza, come testimoniano il Costituto senese del 1309 e la sua traduzione visiva, l’allegoria di Ambrogio Lorenzetti “Gli Effetti del Buono e del Cattivo Governo”. Un mix di civiltà e di visionarietà che ha nutrito la mia immaginazione.
  • La piccola libreria sulla Senna di Rebecca Raisin: Sarah vive in una cittadina del Connecticut, dove gestisce una deliziosa e accogliente piccola libreria, con tanti libri e purtroppo sempre meno clienti. Gestisce anche la faticosa relazione a distanza con un fidanzato reporter che non c’è quasi mai. Sophie, invece, vive a Parigi; ha un’incantevole libreria chiamata C’era una volta, ed è appena tornata single. Un giorno, Sarah e Sophie si incontrano virtualmente su un blog di libraie. Ben presto nasce un’amicizia, e con l’amicizia un’idea: scambiarsi le case, e le librerie, per sei mesi. Un’opportunità irresistibile per Sarah, una nuova magica città, che la accoglie con i suoi colorati quartieri, le stradine e i ristoranti, e un lavoro che conosce bene – per cui anzi ritroverà la passione, affezionandosi agli strambi e teneri clienti di Sophie… Un delizioso romanzo femminile, pieno di romanticismo e ottimismo, per chiunque ami Parigi.
  • Le cronache degli Annunaki di Janet Sitchin, Zecharia Sitchin: Quasi tutti gli studiosi e gli archeologi considerano la Bibbia e gli antichi scritti – sumeri, babilonesi, egizi, greci – come allegorie, miti o leggende, quasi ignorando il fatto che gli stessi elementi compaiono nei testi di civiltà molto lontane tra loro. Famoso per la sua rara abilità nel leggere e interpretare le antiche tavole sumere, Zecharia Sitchin, alla luce di decenni di studi e di meticolose ricerche sul campo, ha dimostrato che i testi dei nostri antenati sono in realtà attraversati da un filo comune, e sono legati da una narrazione coerente delle vere origini dell’umanità e della civiltà. E ha dunque ribaltato la prospettiva: se non si trattasse di favole ma di resoconti di fatti storici realmente accaduti? L’evento principale, sostenuto da numerose testimonianze, è che in tempi antichissimi la Terra è stata visitata e abitata da extraterrestri, gli Anunnaki. Una civiltà avanzatissima che ha lasciato le abilità necessarie per costruire per esempio i grandi monumenti che ancora oggi ammiriamo, come le Piramidi, senza aver mai capito esattamente come siano stati realizzati. Ricco di materiali inediti, questo libro è un prezioso e indispensabile strumento sia per gli appassionati delle teorie di Sitchin che per i neofiti, che traccia un compendio dei suoi studi, fornendo approfondimenti e inedite chiavi di lettura. E un modo di interpretare la storia libero da vincoli e pregiudizi.
  • Compleanno…con mistero! di Geronimo Stilton: Oggi è il mio compleanno e lo festeggerò con tutta la mia famiglia… Ma qualcosa di strano accade a Topazia: delle banconote false stanno circolando per la città… Che ci sia lo zampino del Dottor Falsario?
  • Il giardino dei segreti di Tea Stilton: Sull’Isola delle Balene c’è un giardino segreto che non vediamo l’ora di riportare all’antico splendore, ci prenderemo cura di piante e fiori e aiuteremo due amiche molto speciali a realizzare il loro sogno!

Lettori oggi giornata ricca di novità! C’è qualcuno di questi libri che vi ispira??

A presto,

erigibbi

©

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...