LIBRI IN ARRIVO #6

Buongiorno amici lettori! Oggi vi tengo compagnia con la rubrica mensile Libri in arrivo! Di seguito troverete alcuni titoli di libri che saranno disponibili a partire da giugno 2017!

Mettetevi comodi perché ci sono parecchie nuove uscite!

  • (01 giugno): Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood (Ponte alle Grazie): In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno Stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Difred, la donna che appartiene a Fred, ha solo un compito nella neonata Repubblica di Galaad: garantire una discendenza alla élite dominante. Il regime monoteocratico di questa società del futuro, infatti, è fondato sullo sfruttamento delle cosiddette ancelle, le uniche donne che dopo la catastrofe sono ancora in grado di procreare. Ma anche lo Stato più repressivo non riesce a schiacciare i desideri e da questo dipenderà la possibilità e, forse, il successo di una ribellione. Mito, metafora e storia si fondono per sferrare una satira energica contro i regimi totalitari. Ma non solo: c’è anche la volontà di colpire, con tagliente ironia, il cuore di una società meschinamente puritana che, dietro il paravento di tabù istituzionali, fonda la sua legge brutale sull’intreccio tra sessualità e politica. Quello che l’ancella racconta sta in un tempo di là da venire, ma interpella fortemente il presente.
  • (01 giugno): Populismo e stato sociale di Tito Boeri (Laterza): Interruzione del processo di integrazione europea, chiusura delle frontiere a persone e prodotti provenienti da altri Paesi, taglio delle tasse, aumento della spesa pubblica: queste sono alcune delle soluzioni del populismo al senso di vulnerabilità generato dalle sfide alla globalizzazione. A queste soluzioni semplicistiche e pericolose, Tito Boeri – economista e attuale Presidente dell’INPS – contrappone una seria analisi dei fatti, delle solide risposte e una proposta.  
  • (01 giugno): Un’estate da ragazzi di Richard Cox (Baldini & Castoldi): Nel 1979 un terribile tornado devasta la città di Wichita Falls, in Texas. Molti morti, moltissimi senzatetto e un bambino di nove anni che lotta per riemergere dal coma. Il suo nome è Todd Willis e quando quattro anni dopo si risveglia, trova ad attenderlo un mondo diverso, simile a quello vissuto prima del tornado ma inquietante in un modo che non riesce a spiegarsi. La nuova vita di Todd diventa una lotta per separare i fatti dalla fantasia, il sonno dalle allucinazioni. Gli amici che conosce nel 1983, affascinati e incantati dalla sua esperienza, sono allo stesso tempo spaventati dal suo complesso rapporto con la realtà. Un’estate da ragazzi è la storia di cinque amici che diventano inseparabili fino all’estate cruciale in cui ognuno di loro scopre il senso dell’amore, la ferocia del tradimento e tutti insieme condividono un segreto che giurano di seppellire per sempre. Venticinque anni dopo, il buio riaggredisce Wichita Falls e i cinque amici devono tornare alle ferite del passato, ai mostri, ai tormenti, al timore di quell’estate lontana. Un thriller allucinato e metafisico. Un commovente romanzo di formazione.
  • (01 giugno): Il grande libro delle idee LEGO (Gribaudo): Un manuale tecnico e pratico con oltre 500 idee per riutilizzare i propri mattoncini LEGO® creando oggetti stupefacenti, ricco di informazioni per acquisire le competenze tecniche e inventare da sé progetti e nuove creazioni. Il libro è suddiviso in sei sezioni, per temi: mezzi di trasporto, edifici, spazio, regni, avventura e oggetti pratici. Per ciascuna sezione vengono spiegati modelli di base, con trucchi e consigli dei costruttori esperti. 
  • (06 giugno): Il ministero della suprema felicità di Arundhati Roy (Guanda): Anjum, nuova incarnazione di Aftab, srotola un consunto tappeto persiano nel cimitero cittadino che ha eletto a propria dimora. Dopo di che incontriamo l’incorreggibile Saddam Hussain, l’inquieta Tilo e i tre uomini che l’hanno amata: tra loro Musa, il cui destino è indissolubilmente intrecciato al suo, con la stessa forza con la quale le loro mani si stringono fin da quando erano ragazzi. Il padrone di casa di Tilo, un altro dei suoi innamorati, è adesso un agente dei servizi segreti di stanza a Kabul. E accanto a loro le due Miss Jebeen: la prima nata a Srinagar e sepolta, a soli quattro anni, nell’affollato Cimitero dei Martiri della città kashmira; la seconda apparsa a mezzanotte, in una culla di rifiuti, su un marciapiede di New Delhi. Dolente storia d’amore e insieme vibrante protesta, Il ministero della suprema felicità si snoda tra sussurri e grida, tra lacrime e qualche risata. I suoi eroi, spezzati dalla realtà in cui vivono, si salvano grazie a una cura fatta di gesti d’amore e di speranza. Ed è per questa ragione che, malgrado la loro fragilità, non si arrendono. Questa storia profondamente umana reinventa ciò che un romanzo può fare e può essere, e riafferma ad ogni pagina le doti narrative di Arundhati Roy.
  • (15 giugno): L’amore è un gioco pericoloso di Rachel Van Dyken (Nord): Ian Hunter è un uomo che non si arrende. Quando ha dovuto rinunciare alla carriera di giocatore di football professionista a causa di un incidente, Ian non si è perso d’animo. È tornato al college, ha ricominciato a studiare e ha fondato la Wingmen Inc, un’agenzia che si offre di aiutare le persone a conquistare l’anima gemella. Non che Ian creda davvero nell’amore: per lui, le donne sono solo un divertimento. Sul lavoro, invece, è serissimo, al punto che la sua regola d’oro è mai lasciarsi coinvolgere da una cliente. Ma tutte le sue certezze vanno in frantumi nel momento in cui vede Blake Owens. Sguardo innocente e sorriso disarmante, Blake è la classica brava ragazza da cui uno come Ian dovrebbe stare alla larga. Anche perché lei ha richiesto i servigi della Wingmen per farsi notare dall’uomo dei suoi sogni, che ovviamente è affascinante, responsabile e soprattutto fedele. Eppure, più tempo passa con Blake, più Ian si rende conto di quanto la sua esistenza sia vuota e superficiale; di quanto in fondo al cuore senta il bisogno di avere accanto qualcuno non solo per una notte, ma per sempre. Convincere una ragazza riservata e seria come Blake a dare una chance al più incallito don Giovanni della città non sarà un’impresa facile. Per fortuna, Ian Hunter è un uomo che non si arrende…  

In formato EBOOK:

  • (15 giugno): L’enigma dei Maya di Cussler Clive e Perry Thomas (Longanesi): I coniugi Fargo, instancabili cacciatori di tesori, si trovano in Messico nel tentativo di assistere le popolazioni locali colpite da un terribile terremoto. Impegnati nelle operazioni di soccorso, si imbattono in una scoperta sensazionale: lo scheletro di un uomo che stringe a sé un antico vaso sigillato. All’interno del vaso si trova un libro maya, il più completo esemplare mai rinvenuto. Il libro contiene informazioni di immenso valore a proposito dei Maya, della loro cultura e delle loro città ma anche sul destino del genere umano. I Fargo scopriranno presto che i segreti che contiene sono tanto importanti da spingere alcuni a fare qualsiasi cosa pur di impadronirsene. Prima che la loro avventura giunga al termine, in molti perderanno la vita per quel libro… e Sam e Remi potrebbero essere fra questi.  
  • (15 giugno): Prova a fermarmi di Child Lee (Longanesi): Mother’s Rest. Un piccolo centro abitato circondato da uno sconfinato campo di grano, popolato da individui scontrosi e lunatici. Jack Reacher si chiede il perché di quel nome particolare ma nessuno sembra intenzionato a dare spiegazioni. Preso da questi pensieri, Jack incontra una donna visibilmente tormentata: Michelle Chang. La giovane sembra averlo scambiato per un altro e, chiarito il malinteso, si confida: il suo partner nel corso di un’investigazione privata è scomparso da giorni e, ormai, Michelle teme il peggio. Incuriosito dalla vicenda, Reacher decide di affiancarla nella sua ricerca e inizia a indagare. Quanto potrà essere complicato, dopotutto. Ma ancor prima di rendersene conto verrà risucchiato in una corsa disperata tra Los Angeles, Chicago, Phoenix e San Francisco. Attraverso i più reconditi recessi della rete dovrà vedersela con assassini e criminali a ogni passo… fino a tornare a Mother’s Rest, dove dovrà affrontare il suo peggior incubo. Forse il giorno in cui aveva conosciuto Michelle avrebbe dovuto voltarsi e ignorare il caso. Sarebbe stato più semplice. Ma la regola per Jack Reacher è sempre la stessa: se vuoi fermarmi… provaci!
  • (15 giugno): Sei storie della casa di ringhiera di Francesco Recami (Sellerio Editore Palermo): Vengono raccolti in questo volume sei racconti che sono stati scritti per le diverse antologie «in giallo» pubblicate da questa casa editrice. Protagonisti sono gli abitanti della casa di ringhiera: innanzitutto il pensionato Amedeo Consonni, ex tappezziere, vedovo, collezionista di casi di cronaca nera; è lui «l’investigatore», un po’ pasticcione, ma sagace e i misteri da risolvere sono tanti in quella casa, almeno uno per ognuna delle infelicità chiuse in quegli appartamenti.
  • (19 giugno): L’eredità dell’abate nero. Secretum saga di Marcello Simoni (Newton Compton): Firenze, 21 febbraio 1459. Il banchiere Giannotto de’ Bruni viene ucciso in circostanze misteriose nella cripta dell’abbazia di Santa Trinita. L’unico testimone è Tigrinus, un giovane ladro di origini ignote, dai capelli neri striati di bianco. Intrufolatosi nell’edificio per fare razzia di gioielli, ha assistito al delitto, ma a caro prezzo: viene arrestato con l’accusa di omicidio. Scagionarsi sarà solo la prima delle prove che dovrà superare, poiché da quel momento dovrà anche sfuggire alla vendetta degli eredi della vittima: il figlio, Angelo de’ Bruni, e la nipote, Nunzia de’ Brancacci. E mentre si complica l’intrigo in cui Tigrinus è invischiato, dalle indagini emerge una sconvolgente verità su messer Giannotto: la sua morte sarebbe legata a un tesoro che si trova su una nave proveniente dall’Oriente. Tigrinus dovrà stringere un patto con il potente Cosimo de’ Medici e affrontare un incredibile viaggio per mare che lo porterà alla ricerca di un uomo sfuggente e imprevedibile. Un uomo che pare conoscere tutto sul suo passato. Un uomo chiamato l’abate nero. Nella Firenze del XV secolo, crogiolo di arti e cultura, si aggira un giovane ladro di nome Tigrinus. Il suo destino è intrecciato con quello dei potenti signori della città: i Medici.  
  • (22 giugno): La strega di Camilla Läckberg (Marsilio): La scomparsa di una bambina da una casa di campagna nei dintorni di Fjällbacka riporta a galla terribili ricordi legati a un tragico episodio di cronaca risalente a trent’anni prima. Allora, un’altra bambina di soli quattro anni era misteriosamente scomparsa nello stesso punto, per essere ritrovata solo qualche giorno dopo, uccisa. Può davvero esistere una relazione tra i due casi? C’entra forse la storia di una donna, processata per stregoneria negli stessi luoghi quattro secoli prima?
  • (22 giugno): Amore reale di Emma Chase (Newton Compton): Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, principe di Wessco, detto “Sua Bollente Altezza” è un uomo affascinante, bello in modo impossibile e sfacciatamente arrogante. Come biasimarlo: è difficile essere modesti quando tutti si sperticano in continue genuflessioni al tuo passaggio. Ma, in una notte di neve a Manhattan, il principe incontra una ragazza bellissima dai capelli scuri che non si inchina davanti a lui. Anzi, gli lancia addirittura una torta in faccia. Nicholas, stupefatto da un gesto tanto irriverente, si mette in testa di scoprire se quella donna nasconda la stessa dolcezza della sua torta, ed è disposto a usare ogni mezzo per ottenere ciò che desidera… Uscire con un principe non è proprio tra le cose che la giovane cameriera Olivia Hammond si aspettava che potessero accaderle. Le smorfie di disprezzo sul volto della regina madre, l’accanimento dei paparazzi e il diffondersi a macchia d’olio di gossip di ogni tipo sgomenterebbero chiunque. E anche se i bianchi destrieri e le carrozze di un tempo sono stati sostituiti da scintillanti Rolls Royce ed è da un po’ che i sudditi non vengono più decapitati, non si può dire che la famiglia del principe accolga a braccia aperte l’attraente plebea. Ma agli occhi di Olivia, Nicholas, tolta la corona, è un uomo affascinante, uno per cui vale la pena lottare. Lui, sebbene sia cresciuto sotto lo sguardo del mondo intero, sente per la prima volta la responsabilità e il peso di una scelta: dovrà decidere se piegarsi alle convenzioni e diventare il re che la sua famiglia si aspetta che sia, o restare l’uomo che sente di essere e amare Olivia per sempre…  

Bene amici, c’è qualche libro che vi ha colpito e che avete aggiunto alla vostra wishlist? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

Annunci

NUOVE USCITE per NEWTON COMPTON EDITORI

Lettori qui sotto trovate nuovi libri in uscita dal 25 maggio per Newton Compton editori:

Destiny. Un amore in gioco di Lindsey Summers: Per Keeley sarebbe stato già un disastro aver preso il telefono sbagliato, l’ultimo giorno di scuola appena prima di partire per le vacanze estive. Ma il disastro si trasforma in una vera catastrofe quando scopre di aver preso per errore quello dell’odioso, egocentrico Talon, che tra l’altro è appena partito per il ritiro di football… con il suo telefono. Con riluttanza, i due decidono di inoltrarsi reciprocamente i rispettivi messaggi per una settimana. E così, giorno dopo giorno, Keeley inizia a conoscere un altro lato di Talon, che non le dispiace per nulla. C’è molto oltre la facciata dell’atleta sbruffone che la maggior parte delle persone vede. E inizia a esserci molto di più anche nel cuore di Keeley riguardo a Talon. Troppo. Messaggio dopo messaggio, riesce a esprimersi come non le era mai capitato, e sente che potrebbe davvero diventare la persona che ha sempre voluto essere. E quando i due finalmente, dopo sette lunghi giorni, si incontrano per scambiarsi i telefoni, scocca la magica scintilla. Ma, mentre Keeley ha giocato a carte scoperte, Talon nasconde un segreto che li riguarda. Qualcosa che potrebbe cambiare la loro relazione. E quando Keeley lo verrà a sapere, potrà fidarsi ancora di lui?

La donna di ghiaccio di Robert Bryndza: Il corpo congelato. Occhi spalancati e labbra socchiuse. Come se fosse morta mentre era sul punto di parlare… Quando un ragazzo scopre il cadavere di una donna sotto una spessa lastra di ghiaccio in un parco di Londra, la detective Erika Foster viene subito incaricata dell’indagine sull’omicidio. La vittima, giovane, ricca e molto conosciuta negli ambienti della Londra bene, sembrava condurre una vita perfetta. Ma quando Erika comincia a scavare più a fondo tra le pieghe nascoste della sua esistenza, trova degli strani punti di collegamento tra quell’omicidio e l’uccisione di tre prostitute, assassinate secondo un macabro e preciso rituale. Ma chi era veramente la ragazza nel ghiaccio? Quali segreti nascondeva? Il ritratto che ne dà la famiglia corrisponde alla verità? Erika ha l’impressione che tutti gli elementi a cui si aggrappa nel corso delle ricerche le scivolino via dalle dita, ma è cocciuta, determinata e disposta a qualunque cosa pur di arrivare a capire che cosa si cela dietro quella morte violenta…

Tutta colpa di quel bacio di Cassandra Rocca: Fuggita da Londra con il cuore infranto, Emily si è trasferita a New York, dove ha deciso di buttarsi a capofitto nel lavoro, unico settore nel quale sembra avere successo. Con gli uomini ha chiuso, ma purtroppo San Valentino è alle porte e l’agenzia di event planner per cui lavora è sommersa di richieste a cui lei deve rispondere. A complicare le cose arriva Matthew Cohen, proprietario di una linea di navi da crociera, nonché sua vecchia conoscenza: è stato il primo due di picche della storia sentimentale di Emily. A causa di Matt, ora si ritrova invischiata nell’organizzazione di quello che è diventato l’evento più romantico del momento: “La Crociera degli innamorati”. Come se non fosse abbastanza deprimente ritrovarsi a bordo, single, in mezzo a tutte quelle coppie felici, Emily dovrà fare i conti anche con la presenza scomoda di Matt, così magnetico e sicuro di sé. L’attrazione tra loro è innegabile e la tentazione è forte, ma Emily non vuole soffrire di nuovo: quel viaggio sta risvegliando in lei desideri ai quali credeva di aver rinunciato per sempre, rendendola vulnerabile. Innamorarsi di un uomo che non crede nell’amore sarebbe davvero un terribile errore. Oppure no?

La congiura delle tre pergamene di Matteo Di Giulio: Firenze, 1501. Il giovane Martino, erede della ricca famiglia dei Durante, torna a casa dopo un breve e sfortunato viaggio d’affari organizzato dal suo amico banchiere Dante Strozzi. Ma un’amara sorpresa lo attende: sua moglie Aurora e il figlio di due anni, Zaccaria, sono stati rapiti da una banda sanguinaria come testimoniano i pochi sopravvissuti all’assalto nella tenuta. Ricevuta la richiesta di riscatto, Martino si mette in marcia verso Milano, non prima di aver tentato inutilmente di mettersi in contatto con messer Strozzi. Che sia stato lui a tradirlo? Lungo l’itinerario Martino, dopo aver subito un feroce agguato, viene accolto nell’abbazia di Viboldone dove padre Ludovico, vicario della confraternita degli Umiliati, lo aiuta a ristabilirsi prima di ripartire. Non solo. Gli consegna anche un misterioso testo antico che dovrà recapitare a un frate a Milano. Da quel momento l’avventura del giovane Durante si complica sempre di più. Martino vuole solo salvare la sua famiglia, ma il nemico che deve affrontare – forse una setta? – cela un piano oscuro e si annida tra le ville di ricchi signori, all’interno della Chiesa e nelle stanze del potere. Perché Martino è un loro obiettivo? Qual è la sua colpa? E cosa c’entra lui con quella pergamena piena di simboli indecifrabili?

Colosseum di Jordi Nogués: Roma, 70 d.C. Dopo un lungo periodo di rivolte e cospirazioni, Vespasiano, ormai imperatore, ha intenzione di garantire un periodo di pace alla capitale dell’impero. La grandezza del suo disegno deve essere degnamente mostrata ai sudditi e per farlo serve la costruzione di un nuovo monumento. La scelta cade sul progetto di Callicrate, un architetto geniale di origini greche: un anfiteatro sarà il palcoscenico più grande di sempre per celebrare la civiltà romana. L’aristocrazia, però, tra cui spicca la principessa ebrea Giulia Berenice, non intende utilizzare i tesori conquistati a Gerusalemme per finanziare i costi del lungo lavoro. La casta patrizia cerca di screditare Callicrate con ogni mezzo, facendo leva sul suo punto debole: le sue figlie. Ma l’architetto ha dalla sua parte un sostegno importante, quello di Vespasiano. Non solo la pietra e il marmo ma anche il sangue, l’amore e l’odio furono i mattoni dell’Anfiteatro Flavio: Jordi Nogués ci regala un potente affresco storico della società romana al suo apogeo e insieme la storia del monumento che ancora oggi identifichiamo con l’idea stessa dell’eternità di Roma e del suo impero.

I grandi condottieri che hanno cambiato la storia di Andrea Frediani: Cento uomini che tutti ricordano grazie al coraggio o all’ambizione, alla determinazione o alla mancanza di scrupoli. Uomini che si mossero per conseguire obiettivi come la conquista o la salvezza di un impero, l’indipendenza del proprio Paese, o semplicemente la fama. Andrea Frediani passa in rassegna in modo esauriente e accurato cento personaggi, di ogni epoca e di ogni continente, in Oriente e in Occidente, che hanno fatto la storia dell’umanità con le loro gesta militari: dal primo conquistatore di cui si abbia notizia, Sargon di Akkad, ai grandi comandanti della seconda guerra mondiale, passando per faraoni, imperatori romani, condottieri medievali, capitani di ventura rinascimentali, samurai, nomadi delle steppe asiatiche, ammiragli, leader tribali, capi indiani, generali e sovrani dell’età moderna, con un’appendice sui condottieri contemporanei. Di ciascuno di essi, l’autore racconta la carriera e le campagne, aggiungendo una valutazione sulle capacità tattiche, strategiche, logistiche e di leadership, una descrizione della battaglia più celebre, una sintetica bibliografia e una cartina con lo scacchiere operativo.

Il gioco del destino di R. L. Mathewson (Neighbors Series): Cosa c’è di peggio che abitare porta a porta con quello che è stato il tuo peggior nemico d’infanzia? Semplice: essere costretta a condividere con lui il progetto dei tuoi sogni, dover accettare (sotto ricatto) qualcosa di sbagliato sotto molti punti di vista e infine farsi rubare una cioccolata calda dalla stessa persona che ti aveva convinto a berla. Rory James non è affatto certa che riuscirà ad arrivare alla fine del progetto senza diventare pazza, ma deve provarci, a patto che ci sia cioccolata in abbondanza e che riesca a resistere al fascino da cattivo ragazzo di Connor O’Neil. Altrimenti… Altrimenti è molto probabile che si ritrovi a trascorrere qualche notte in galera, che si becchi un’ordinanza restrittiva e che finisca per farsi spezzare il cuore dall’uomo che le ha rovinato la vita.

La doppia vita di Amy Bensen. Bugie e tradimenti di Lisa Renee Jones: Sei anni fa, Chad si è messo alla ricerca di un tesoro pericoloso, ma la caccia si è rivelata mortale quando la casa della sua famiglia è stata data alle fiamme e i suoi genitori sono morti. Così, per proteggere sua sorella Amy da ulteriori rappresaglie, Chad le ha creato una nuova identità, le organizzato una nuova vita con l’aiuto di un amico, e le ha lasciato credere che fosse morto anche lui. Ma gli uomini che avevano incaricato Chad di trovare il tesoro hanno seguito le sue tracce, l’hanno imprigionato e torturato per scoprire dove l’ha nascosto. Quando ormai pensa di essere spacciato, una donna bellissima dai capelli scuri di nome Gia lo aiuta a fuggire, promettendogli di condurlo dal suo peggior nemico. Chi è questa donna misteriosa e perché lo sta aiutando? Mentre cerca di dipanare i profondi misteri del passato, Chad sente che si sta innamorando di lei, ma sa di non potersi fidare di nessuno se non vuole mettere a rischio ciò che conta davvero per lui: la sicurezza di sua sorella Amy e la sete di vendetta.

Per me esisti solo tu di Jessica Clare (The Billionaire Boys Club Series): Hunter e Gretchen stanno finalmente coronando il loro amore, ma il loro matrimonio potrebbe non essere il giorno da favola che hanno tanto sognato… Qualcuno vuole rovinare il futuro di Gretchen il giorno prima del gran giorno. Può fidarsi di Hunter, l’uomo a cui ha dato il suo cuore? E può davvero contare su sua sorella Daphne (la persona meno affidabile del mondo!) perché la aiuti a salvare il salvabile? O questo matrimonio è destinato ad andare in frantumi prima ancora che Gretchen e Hunter riescano ad arrivare all’altare?

Una notte senza te di K. A. Linde (Amore in prima pagina Series): Il membro del congresso Brady Maxwell è candidato per essere rieletto, e la giornalista Liz Dougherty sta per laurearsi e iniziare una promettente carriera. Il futuro della ambiziosa coppia sembra più luminoso che mai. Entrambi hanno una grande passione per il loro lavoro… e l’uno per l’altra. Ma quando Brady tiene una conferenza stampa per presentare ufficialmente Liz al mondo come la sua ragazza, i giornalisti, assetati di scandali, iniziano a prenderla di mira. Ora ogni sua mossa viene scrutata sotto maliziosi riflettori, e le sembra che la sua vita stia cadendo a pezzi. Sulla strada per la rielezione, l’appassionato legame tra i due viene messo alla prova giorno dopo giorno. Minacciati dal sensazionalismo spudorato dei media e dalle calunnie di ex gelosi, Brady e Liz ora devono imparare a fidarsi l’uno dell’altra malgrado ciò che leggono sui giornali. Liz e Brady fanno i fuochi d’artificio durante la campagna elettorale, ma il loro amore riuscirà anche stavolta a trascendere la politica?

C’è qualche libro che vi ispira e che avete aggiunto alla wishlist?? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

I BOREALI – Nordic Festival a Venezia

I Boreali, il festival dedicato al Nord Europa ideato e organizzato da Iperborea in collaborazione con Libreria MarcoPolo e Palazzo Grassi, dopo le tappe di Milano, Genova, Trento e Rovereto ritorna a Venezia, il 7 giugno. Due gli appuntamenti che animeranno il mercoledì boreale in terra veneziana.

Alle 19:30 un incontro con Paolo Nori e Fredrik Sjöberg, in libreria dal 1 giugno con l’ultimo attesissimo romanzo della trilogia del collezionismo L’arte della fuga. A seguire un aperitivo offerto da Nørdeи Ceres.

Alle 20:45 il Pugilato letterario, dedicato al best seller Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson (Marsilio, 2007). Sul ring si sfideranno Cinzia Poli e Carlo Gabardini, sotto l’occhio attento di Marco Ardemagni, per decretare un giudizio decisivo sul famoso giallo svedese in uno dei format culturali più divertenti, di successo e sicuro intrattenimento.

Qualcuno di voi pensa di andare? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

Arrivano i DeA Classici!

Lettori dal 23 maggio sono usciti alcuni DeA Classici per i teenager (e non solo ovviamente!)

Le più belle storie romantiche di tutti i tempi in una nuova traduzione integrale e una veste grafica adatta a tutti i teenager, in grado di avvicinare i giovani lettori ai capolavori immortali della letteratura. Questa è la linea guida che ha orientato la scelta dei nuovi titoli, tutti contrassegnati da preziose prefazioni d’autore: Cime tempestose (Emily Brontë) porta infatti la firma di Tommaso Pincio, Ragione e sentimento (Jane Austen) quella di Evita Greco, Madame Bovary (Gustave Flaubert) e Dracula (Bram Stoker) vedono la prefazione rispettivamente di Andrea Bajani e Claudia Durastanti.

Madame Bovary di Gustave Flaubert: Due sole cose sono importanti per la giovane e bellissima Emma Rouault: la ricchezza e il prestigio, che da sempre insegue senza sosta. Non importa se le sue origini sono umili e il marito, Charles Bovary, è un mediocre medico di provincia, ordinario nei modi e nell’aspetto. Per sfuggire a una vita che detesta, Emma si rifugia nei suoi preziosi libri, e sogna a occhi aperti amori romantici e totalizzanti come quelli delle sue eroine preferite. Ben presto, tuttavia, quasi senza accorgersene, si ritrova prigioniera in un mondo di bugie e inganni, soffocata dai suoi stessi desideri. Prima gli occasionali incontri d’amore con Rodolphe, il ricco proprietario terriero che pur non amandola la seduce con la promessa dei soldi, poi gli appuntamenti appassionati con il giovane Léon in un albergo di paese… Tutto questo sarà sufficiente per guarire la sua anima insoddisfatta? Un grande romanzo d’amore. Una protagonista fragile e disperata, impossibile da dimenticare.

“Emma non vuole una vita ordinaria. Ama, e l’amore l’ammala.”
Andrea Bajani

Cime tempestose di Emily Brontë: Nella brughiera inglese, lontano dal trambusto della città, esiste un luogo in cui le passioni imperversano come una tempesta: è Wuthering Heights, la proprietà del cupo Mr Heathcliff. Rude, crudele e dotato di un carisma disarmante, Heathcliff è un uomo consumato allo stesso modo dall’odio e dall’amore. L’amore tormentato per la bella e capricciosa Catherine. Cresciuti insieme, Heathcliff e Catherine sono anime gemelle, incapaci di vivere l’uno lontano dall’altra… Ma mentre lui è solo un povero bracciante, Cathy è nata per diventare una vera signora, e ben presto il suo fascino e la sua grazia attirano gli sguardi di Edgar Linton, il ricco e gentile erede di una magione nei dintorni. Il loro destino si intreccia così in modo inevitabile, tra vendette e incomprensioni, distacchi e ricongiungimenti, e come un vento impetuoso devasta le vite di due intere famiglie. Perché niente è più distruttivo di un amore impossibile.

“La storia di un amore tumultuoso che resiste agli anni e al distacco, diventando prima ossessione e poi il contrario di ciò che dovrebbe essere l’amore: vendetta.”
Tommaso Pincio

Ragione e sentimento di Jane Austen: Al mondo non esistono due caratteri più diversi di quelli delle sorelle Dashwood: tanto Marianne è esuberante e impulsiva, quanto Elinor è riservata e razionale. Questa differenza emerge in tutta la sua forza quando l’amore bussa per la prima volta al loro cuore. Marianne perde la testa per l’aitante e impetuoso Willoughby, conosciuto durante un fortuito incidente, e per lui arriva a struggersi a tal punto da ammalarsi gravemente. Elinor, invece, che nutre un tenero affetto per il timido e impacciato Edward, soffoca stoicamente le proprie emozioni quando scopre che il giovane è promesso a un’altra, tanto da convincere tutti – persino se stessa – di non provare nulla per lui. Fra speranze, delusioni e svolte inattese, riusciranno le ragazze a risolvere l’eterno dilemma tra ragione e sentimento e a trovare la felicità? Un capolavoro della letteratura romantica che, con arguzia e ironia, ci fa entrare nel cuore e nella mente delle protagoniste per sognare, sospirare e crescere con loro, pagina dopo pagina.

“Questo libro è pieno di verità. E l’essere pieni di verità è una di quelle cose
che rendono i libri non solo degni di stare nelle biblioteche,
ma di essere letti, al bisogno, come una medicina.”

Evita Greco

Dracula di Bram Stoker: È una notte gelida quella in cui Jonathan Harker, giovane avvocato inglese, arriva in Transilvania per incontrare un nuovo cliente, il conte Dracula. Il nobile lo accoglie nel suo castello, un tetro maniero in rovina, dove ben presto – tra spaventose visioni notturne e agghiaccianti sospetti sul suo ospite – il soggiorno di Jonathan diventa un incubo… Intanto, sulle coste nebbiose dell’Inghilterra approda una misteriosa creatura assetata di sangue. Tra le sue prime vittime c’è un’amica di Mina, la fidanzata di Jonathan, che dopo atroci sofferenze muore… o meglio, si trasforma in un essere mostruoso pronto a cibarsi di altro sangue. E quando la dolce Mina rischia di subire lo stesso terribile destino, inizia una disperata corsa contro il tempo per salvarla e ricacciare il vampiro nelle tenebre da cui è venuto. Il più celebre romanzo gotico di sempre; una miscela perfetta di amore, morte, sensualità e orrore che s’insinua nelle vene del lettore per non lasciarlo più fino all’ultima pagina.

Dracula ci insegna che siamo destinati a diventare vampiri ogni volta che ci affezioniamo a qualcuno, e ci ricorda che quando leggiamo un libro succhiamo il sangue dalle parole per diventare immortali.”
Claudia Durastanti

Cosa pensate di questa collana? Dite che per i ragazzi possa essere un valido modo per approcciarsi ai classici spesso tanto temuti ed odiati? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

RECENSIONE Il magico potere del riordino di Marie Kondo

TITOLO: Il magico potere del riordinoil magico potere del riordino

AUTORE: Marie Kondo

EDITORE: Vallardi

PREZZO: € 13.90 cartaceo; € 7.99 e-book

RECENSIONE:

In Giappone l’arte del riordino è una vera e propria forma di cultura e Marie Kondo ci si è dedicata fin da quando era bambina, specializzandosi poi in questa disciplina e facendone l’oggetto della sua professione.

I consigli che dà in questo libro sono molti. Innanzittutto occorre dividere il riordino in due fasi: nella prima bisogna prendere in mano l’oggetto e decidere se buttarlo o tenerlo (a seconda di quello che ci trasmette) mentre nella seconda bisogna trovare una collocazione all’oggetto che si è deciso di tenere. Poi, nel momento in cui si decide di riordinare, bisogna farlo tutto in una volta, non si deve centellinare. Bisogna ordinare per categoria, partendo dalle categorie di minor importanza e difficoltà: vestiti → libri → carte → oggetti misti → ricordi. Ci sono poi altri consigli e passaggi da seguire passo dopo passo se si vuole concludere con successo il riordino.

L’aspetto principale e fondamentale di questo procedimento, oserei dire di questa filosofia, è tenere solo quello che ci emoziona, solo quello che ci fa star bene, solo quello che ci fa ancora battere il cuore. Trovo che questo sia un consiglio ottimo. Provate a pensare a quanti vestiti avete che stanno lì, nel cassetto, a prendere polvere, che non vedono la luce da anni, che non mettete perché non vi piace più il modello, non vi piace più il colore, non vi piace come vi sta addosso, non vi sentite a vostro agio quando lo indossate. Eppure, ci ostiniamo a tenere quel vestito perché lo abbiamo acquistato in offerta ed è stato un affare per cui è un peccato buttarlo o perché è un regalo di un amico o di un familiare e ci sentiamo in colpa a buttarlo o perché un anno fa era il nostro capo preferito e ci fa pena darlo via. Non vi capita mai? A me sì, sono sincera e io sono una che tendenzialmente butta via.

Il motivo principale per cui a volte mi trattengo dal buttare cose è mia madre. Mia madre terrebbe (ho sbagliato tempo verbale, metteteci un bel presente) tutto, dalla più insignificante cianfrusaglia al più grande elettrodomestico rotto che “potrebbe funzionare ancora se trovassimo il pezzo del dopoguerra che sicuramente da qualche parte fabbricano ancora.”  Quando ho provato (2 anni fa) a svuotare il mio armadio, pieno zeppo di vestiti che non indossavo più, impossibilitata a metterci dentro i nuovi acquisti che volevo indossare, si è verificata una litigata che manco tedeschi e americani si sono mai sognati. Da 4 mesi abito in Galles e credetemi se vi dico che non ho ancora il coraggio di buttare niente perché so che mia madre in quel momento mi chiamerebbe su Skype e mi chiederebbe informazioni su quella maglietta tanto carina tanto bellina che non mi ha più visto addosso. Secondo voi potrei mentire con astuzia? Se avete detto di sì, non mi conoscete bene.

Un altro aspetto che mi ha colpito di questa filosofia è il parlare alle cose, ringraziarle per quello che hanno fatto durante la giornata o nel momento in cui le stiamo buttando ringraziarle per tutto quello che hanno fatto finora per noi. Perché mi ha colpito questo? Perché da bambina lo facevo. Oddio, non ringraziavo le cose ma ad alcune cose parlavo. Crescendo ho smesso, ma non del tutto. Due anni fa ho acquistato una piantina grassa, l’ho chiamata Ciccia (non criticate la mia fantasia). La tenevo in camera mia, luogo in cui studiavo e in cui stava particolarmente bene d’estate ma anche d’inverno non ha sofferto e credo di sapere perché. Il primo anno è cresciuta in una maniera impressionante. Forse perché ogni giorno le parlavo? Ebbene sì, le parlavo, le chiedevo come stava, le facevo una carezza, le parlavo della mia giornata. Poi, non si sa perché, mia mamma ha deciso che d’inverno stava meglio in cucina (è vero, in cucina era più caldo ma aveva già passato un inverno senza problemi quindi perché spostarla?). Inutile dire che nonostante mi fossi opposta non c’è stato nulla da fare. Ciccia è stata spostata e io ho smesso di parlarle perché era in luogo in cui non la vedevo (in un mobile in alto) e non eravamo mai sole per fare una chiacchierata. Beh ragazzi, tempo un mese e Ciccia è morta. Ancora adesso mi viene da piangere se ci penso. È stata la mia prima piantina, l’ho acquistata io, le ho dato da bere quando le serviva, le ho voluto bene credetemi, mi ci ero affezionata e ora non c’è più. Io credo veramente che le parole servano. Chiamatemi pazza, non importa, ma io ci credo.

Ritornando al libro, ci sono due aspetti che non mi sono piaciuti: i consigli a volte sembrano ridondanti e quando viene spiegato come piegare le cose mi sarebbe piaciuto ci fossero dei disegni per capire meglio come fare, per rendere più chiari i passaggi.

Al di là di questo l’ho trovato un libro interessante per comprendere, e nel mio caso scoprire, qualcosa in più sulla cultura giapponese anche se è incentrato interamente sulla cultura del riordino.

stellinastellinastellina

Link amazon: Il magico potere del riordino

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Lo leggerete? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

VIDEO RECENSIONE La profezia dell’armadillo di Zerocalcare

Lettori sul mio canale YouTube è uscita la recensione del graphic novel La profezia dell’armadillo di Zerocalcare. Vi aspetto!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

NUOVE USCITE per Sperling & Kupfer

Lettori vi segnalo delle nuove uscite per la casa editrice Sperling & Kupfer:

  • Un respiro nell’ombra di Christian Carayon: 1980, in una cittadina del Sudovest della Fran­cia, i membri del locale yatch-club stanno celebrando la fine dell’estate. Nel clima disteso della festa, quattro ragazzini ottengono facilmente il permesso di fare campeggio sull’isolotto di Bois-Obscurs. Così prendo­no le loro canoe e si dirigono verso il centro del lago. La mattina successiva  i ragazzi si fanno aspettare. Allora uno dei genitori decide di raggiungere l’isola a nuoto. E scopre l’entità del massacro. Trent’anni più tardi, uno dei bambini testimone della tragedia, Marc-Edouard Peiresoles, dieci anni all’epoca del delitto e ora stimato professore di storia, decide di torna­re sul luogo degli omicidi. Per lui è un modo di esorcizzare, finalmente, antiche paure, ma anche di allontanarsi da nuove trappole sentimentali. Non appena mette piede nel vecchio paesino dove tutto è successo, però, si ritrova immerso in un passato fatto di ombre, quel­le di indagini poco chiare, e di silenzi, quelli delle persone che hanno vissuto gli eventi. Con il passare dei giorni, davanti agli occhi di Marc-Edouard riprende vita il paese della sua infanzia, e lui si trova inevitabilmente a incon­trare chi è rimasto, per ricostruire il mostruoso delitto. E trovare il vero colpevole.
  • Charlie Ciu-Ciu di Beryl Evans e Ned Dameron: Il macchinista Bob ha un segreto: il suo locomotore, Charlie Ciu-ciu è un essere vivente…e anche il suo migliore amico. Un libro per bambini molto speciale, comparso per la prima volta nel terzo volume della Torre Nera e scritto da Stephen King sotto pseudonimo: nel romanzo, l’autrice della storia è Beryl Evans e la favola è stata scritta nel 1942. (quando ho visto il titolo sulla newsletter stavo per avere un infarto e io non acquisterei mai questo libro per un bambino sapendo cosa ci ha creato King! IL PANICO!)
  • La locanda dove il mare parla piano di Emma Sternberg: Quando Linn perde in un solo giorno fidan­zato, casa e lavoro, impara due grandi lezioni. La prima: mai mettere tutta la tua vita in ma­no a un uomo. La seconda: mai disperare, perché la vita stessa sa sempre come sorpren­derti. Di lì a poche ore, infatti, un certo Mr. Cunningham, «cacciatore di eredi», spunta dal nulla con una notizia sensazionale: Linn ha ricevuto una casa negli Hamptons da una fantomatica zia d’America. Lasciata la Germania con il primo volo per New York, Linn scopre così la Sea Whisper Inn, ovvero la locanda Sussurro del Mare: un’antica villa, un tempo adibita a pensione, dotata di parco, discesa al mare e – nuova sorpresa – cinque inquilini fissi. Sono i migliori amici della zia, cinque simpatici vecchietti. Mentre Linn tenta di escogitare un piano per salvare dai debiti la casa e magari riaprirla ai turisti, è sempre più conquistata dai fantastici cinque e dai loro racconti affascinanti su zia Dorothy e sulla vita glamour che si era reinventata dopo la fuga dall’Europa. Ma in quella storia manca un dettaglio fon­damentale, un segreto struggente di cui resterebbe traccia solo in un quadro, miste­rioso e introvabile. Proprio la ricerca di quel dipinto scomparso permetterà a Linn di aprire una porta su quel passato… e fare finalmente luce sul proprio futuro.
  • Il libro maledetto di Erik Kai: Durante una lezione universitaria, uno studente coglie alla sprovvista il professore di Lettere chiedendogli di un libro che nessuno avrebbe mai dovuto nominare: una raccolta inedita di poesie scritte a inizio Novecento. Il giovane poeta non conobbe mai il successo, ma fece tristemente notizia come assassino, accusato di aver avvelenato gli invitati a un banchetto di nozze e poi l’editore che si era rifiutato di pubblicarlo. Un retroscena dai contorni oscuri, una fitta trama di passione e follia perdurata nel tempo, perché i versi misteriosi sembrano non aver mai cessato di riversare la loro influenza funesta su chiunque ne sia entrato in possesso. Lo studente è convinto che il professore sappia molto di più di quanto non voglia ammettere, e non ha alcuna intenzione di abbandonare la ricerca. Anche a costo di finire all’inferno…
  • Bossman di Vi Keeland: È durante il peggior appuntamento della sua vita che Reese incontra per la prima volta Chase Parker. Lei è nascosta nel corridoio del bagno di un ristorante e sta disperatamente chiamando la sua migliore amica perché la salvi da quella serata da incubo. Mentre lui, affascinante, brillante e sfacciato quel tanto che basta, sta ascoltando tutto.  Più tardi, dopo qualche frecciata sul galateo da primo appuntamento, i due tornano ai rispettivi tavoli.  Reese è molto infastidita, eppure non può fare a meno di spiare di nascosto l’indisponente sconosciuto, seduto all’altro capo della stanza. Quando improvvisamente lui si alza e si presenta al tavolo di Reese, fingendosi un amico d’infanzia, si unisce a lei e al suo accompagnatore, che ancora non ha smesso di parlare della madre. D’un tratto la cena prende tutta un’altra piega. Ma, a fine serata, Reese è decisa comunque a ignorare l’interesse e l’attrazione verso l’intraprendente sconosciuto e a non rivederlo più.  Reese è convinta che sia un addio. In fondo, quante possibilità ci sono di imbattersi di nuovo in Chase Parker in una città di otto milioni di persone? Ma soprattutto… quante probabilità ci sono che lui finisca per essere il suo capo un mese dopo?
  • IT di Stephen King: A Derry, una piccola cittadina del Maine, l’autunno si è annunciato con una pioggia torrenziale che sembra non finire mai. Per un bambino come George Denbrough, ben coperto dal suo impermeabile giallo, il più grande divertimento è seguire la barchetta di carta che gli ha costruito il fratello maggiore Bill. Ma le strade sono sdrucciolevoli e George rischia di perdere il suo giocattolo, che infatti si infila in un canale di scolo lungo il marciapiede e sparisce nelle viscere della terra. Cercare di recuperarlo è l’ultimo gesto di George: una creatura spaventosa travestita da clown, gli strappa un braccio uccidendolo. A combattere It, il mostro misterioso che prende la forma delle nostre peggiori paure, rimangono Bill e il gruppo di amici con i quali ha fondato il Club dei Perdenti, sette ragazzini capaci di immaginare un mondo senza mostri. Ma It è un nemico implacabile e per sconfiggerlo i ragazzi devono affrontare prove durissime e rischiare la loro stessa vita. E se l’estate successiva, che li ritrova giovani adulti, sembra quella della sconfitta di It, i Perdenti sanno di dover fare una promessa: qualunque cosa succeda, torneranno a Derry per combattere ancora. (questo libro è semplicemente rinnovato con la copertina riportante la cover del film. E io mi chiedo, PERCHÉ???)
  • Paper Prince di Erin Watt: Ella non sa dire se la sua vita fosse migliore o peggiore prima che Callum Royal la trovasse. Ma una cosa è certa: da quando è piombata in casa Royal come un tornado, per lei è cambiato tutto. Scuola privata, feste e vestiti costosi. E, con la sua grinta e la sua schiettezza, è riuscita persino a vincere l’ostilità dei fratelli Royal e a conquistare il loro rispetto, e il loro cuore – in particolare quello di Reed. Con Ella, per la prima volta dopo la morte della madre, Reed ha infatti permesso a se stesso di lasciarsi andare alle emozioni. Ma il suo mondo crolla quando, dopo una discussione, Ella scompare. Con il cuore a pezzi, e senza lasciare traccia. D’altronde è abituata a scappare e rifarsi una vita ripartendo ogni volta da zero. Tutti incolpano Reed per quella fuga, i suoi fratelli lo odiano e, se possibile, lui si odia ancora di più. Ed è disposto a fare qualsiasi cosa pur di ritrovarla. Ma, una volta trovata, sarà in grado di riconquistare il suo cuore?
  • La maledizione del re di Philippa Gregory: Con l’ascesa al trono di Enrico VII, la sanguinosa guerra delle Due Rose sembra giunta finalmente al termine. Ma per i Plantageneti sopravvissuti la vita è un filo sottile che può spezzarsi in ogni momento. Per Margaret Pole, l’ultima degli York, quel filo è nelle mani della Regina Rossa, la madre del re, che vede in lei una rivale pericolosa con il diritto di reclamare il trono. Ben conscia dei rischi che corre, dopo aver visto rinchiudere nella Torre di Londra e poi uccidere i fratelli, Margaret accetta un matrimonio di basso rango per lei, quello con Sir Richard Pole, governatore del Galles, alleato da sempre della nuova famiglia reale. Nelle vesti di Lady Pole, Margaret diventa dama di fiducia di Arthur, il Principe del Galles, e della sua bella moglie, Caterina d’Aragona. E solo la tragica, inattesa e precoce morte di Arthur le restituisce un posto a corte, al seguito della giovane vedova. Che diventa la prima moglie di Enrico VIII. Ma il potere della regina spagnola sul re è di breve durata e Margaret è costretta a scegliere tra l’amata Caterina e il sempre più tirannico Enrico. Sapendo che la maledizione dei Tudor potrebbe avere fine… Riprendendo la saga interrotta con Una principessa per due re, Margaret Pole,  narra le vicende di un sovrano ferocissimo eppure capace di fondare le basi della più grande potenza mondiale per secoli. 

Bene amici cosa dite di questi libri? C’è qualcosa che vi ispira? Devo dire che alcuni stuzzicano la mia curiosità! Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

RECENSIONE Non sei mica il mondo di Raphaël Geffray

TITOLO: Non sei mica il mondonon sei mica il mondo

AUTORE: Raphaël Geffray

EDITORE: Tunué

PREZZO: € 16.90 cartaceo

RECENSIONE:

Il protagonista di questa graphic novel è Bené, un bambino con problemi familiari e scolastici: la madre non gli presta mai abbastanza attenzione e il padre è una figura che nemmeno appare; è stato cacciato da 5 scuole, non riesce ad imparare (all’inizio non sa nemmeno leggere), non riesce a farsi degli amici e ha scoppi d’ira. Nell’ultima scuola in cui approda incontrerà però un’insegnante testarda che si impunta di aiutarlo e di fargli imparare qualcosa. Da qui inizierà il suo percorso di crescita e formazione.

Bené spesso si nasconde dietro una maschera, una maschera che lo fa essere forte, che gli consente di risolvere i problemi nel modo sbagliato ovvero con la violenza ma dietro a quella maschera c’è sempre un bambino e non dobbiamo dimenticarci di questo. Bené vuole semplicemente qualcuno che gli voglia bene e che gli dimostri il suo affetto, vuole che qualcuno lo considri e gli presti la giusta attenzione, vuole semplicemente che qualcuno si prenda cura di lui.

Per quanto riguarda le tavole, le atmosfere rapppresentate sono decisamente Burtoniane e mettono addosso, almeno per quella che è stata la mia esperienza, una grande tristezza e melanconia.

È una graphic novel importante, con un certo peso, i temi trattati sono molto importanti: si parla di bullismo, di difficoltà di apprendimento, di problemi comportamentali come l’irascibilità ma anche della criticità degli insegnanti e del sistema scolastico in generale.

Questo fumetto appartiene alla collana Tipi Tondi di Tunué, questo significa che sarebbe indicato per ragazzi dai 12 anni in su; io lo consiglio soprattutto a chi ha più di 12 anni per comprendere appieno i messaggi di cui è portatore.

stellinastellinastellinastellina

Link amazon: Non sei mica il mondo

Cosa dite di questa graphic novel? L’avete letta? Vi ispira? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

RECENSIONE L’universo nei tuoi occhi di Jennifer Niven

TITOLO: L’universo nei tuoi occhi l'universo nei tuoi occhi

AUTORE: Jennifer Niven

EDITORE: De Agostini

PREZZO: € 14.90 cartaceo; € 6.99 e-book

RECENSIONE:

I protagonisti di questo libro sono Jack e Libby. Jack soffre di prosopoagnosia un deficit percettivo acquisito o congenito del sistema nervoso centrale che impedisce di riconoscere i volti delle persone (presupponiamo che nessuno dei miei lettori abbia la prosopagnosia, voi riconoscete senza problemi vostra madre, vi viene naturale e spontaneo, non ci dovete pensare, Jack deve sforzarsi di recuperare mentalmente le caratteristiche visuo-facciali della madre ad esempio la bocca fatta in un certo modo, i capelli raccolti in un altro modo e così via, questo gli permette con una sicurezza mai del 100% di riconoscere sua madre). Piccolo particolare: nessuno sa che Jack soffre di questo deficit. Libby tre anni prima era stata l’adolescente più grassa d’America con 300kg di peso tanto che un giorno hanno dovuto portarla fuori di casa con una gru perché non riusciva né a passare dalle porte né ad alzarsi dal letto. Ora pesa 150kg e si piace così com’è. Libby non è sempre stata grassa, forse un po’ in forma ma niente di così grave, finché improvvisamente sua madre è morta. Da quel momento per affrontare la mancanza ha iniziato a mangiare e così l’acquisto continuo di peso ha fatto sì che diventasse anche bersaglio dei bulli. Jack e Libby ora frequentano la stessa scuola e tramite un “scherzo” poco divertente si incontreranno.

In questo libro ci sono state tante cose che mi sono piaciute ma anche tante cose che mi hanno fatto storcere il naso.

Un aspetto che mi è piaciuto è stato il pov alternato, questo infatti permette al lettore di comprendere cosa pensano e cosa provano i personaggi in quel momento però è stato utilizzato male: i capitoli erano veramente troppo corti, a volte anche una sola facciata, di media una pagina e questo non permetteva di entrare in relazione profonda con chi parlava in quel momento, era troppo toccata e fuga.

Durante il libro poi ci sono una serie di riferimenti ad altri libri (perché Libby è una grande lettrice) e di citazioni e questo mi è piaciuto molto così come il bel rapporto tra Jack e Dusty (il fratello più piccolo di Jack), molto spontaneo e sincero. Dusty sembra un bambini fragile e delicato, pronto a soccombere di fronte alle cattiverie degli altri ragazzini e Jack sembra il padre protettivo pronto a fare qualsiasi cosa per proteggerlo e per renderlo felice.

Il messaggio di Libby e del libro è molto profondo e tocca delle tematiche molto importanti come il bullismo e i disturbi alimentari. Libby è una fonte di energia inesauribile, è vita allo stato puro. Da quando l’hanno liberata non vuole perdersi un momento, non vuole più restare ferma immobile, non vuole lasciarsi scappare nulla, vuole ballare, sempre. Nonostante sia ancora obesa lei si piace così com’è e questo è uno dei messaggi che cerca di mandare spesso al lettore, soprattutto alle lettrici. Amarsi e apprezzarsi per quello che si è, affrontare i bulli senza scappare ma andando loro incontro a testa alta e superare gli attacchi d’ansia quando cercano di prendere il sopravvento. Veramente, messaggi molto belli e profondi MA. Essere alta 170cm e pesare 150kg non è salutare. Giustissimo vedersi belli lo stesso ma un peso del genere può portare a gravi problemi di salute e a questo nel libro non si fa cenno. Libby spesso ha paura di morire ma questa paura è provocata dalla morte improvvisa della madre; lei non pensa che il suo peso possa portarla ad una morte prematura!

Ci sono stati poi tutta una serie di problemi secondari alla vicenda, buttati lì ma non adeguatamente approfonditi come ad esempio il fatto che Dusty fosse probabilmente gay, il tumore del padre di Jack, l’amante del padre di Jack, i genitori di Jack che si separano… Tanta carne al fuoco ma poi..? Il nulla, tutto troppo vago.

Un’altra cosa che non ho capito è la storia d’amore. Perché? Perché ogni libro di questo tipo deve vertere sulla storia d’amore tra i protagonisti? La storia poteva andare benissimo, forse anche meglio se tra i due ci fosse stata una semplice ma bellissima amicizia. Non voglio sembrare cattiva ma l’amicizia tra Libby e Jack mi avrebbe dato una parvenza di verità, di storia che realmente può accadere mentre l’amore tra Libby e Jack mi ha dato l’idea di finzione, di una cosa che può accadere solo nei libri (e nei film). Quante volte nella vita vera abbiamo visto una coppia formata da un lui o una lei di 150kg e un lui o una lei molto bello/a? Non voglio dire che non può mai accadere, voglio dire che non è così scontato, e allora perché darlo per scontato in un libro?

Alla fine del libro comunque si scopre che l’autrice ha veramente sofferto di problemi di peso, di attacchi d’ansia e di bullismo, proprio come Libby e probabilmente queste esperienza hanno aiutato Niven a descrivere così bene gli stati d’animo e le sensazioni fisiche e corporee di Libby. Inoltre ci sono dei familiari della scrittrice che soffrono di prosopagnosia e che le sono stati d’aiuto per descrivere lo stato d’animo di Jack o le tecniche che usa per riconoscere le persone. Indubbio che anche parlare di prosopagnosia all’interno di un romanzo sia stata una buona cosa. Io sapevo già di cosa si trattava avendo studiato Psicologia all’Università ma credo che per la maggior parte delle persone questo sia un disturbo fino ad ora sconosciuto.

In sostanza, nonostante vari pro e contro, vi consiglio questo libro perché le tematiche trattate sono diverse e tutte molto importanti. Sicuramente vi farà riflettere su molte cose senza comunque cadere nel banale o nella tristezza più assoluta perché infatti ci sono anche episodi divertenti!

stellinastellinastellinastellina

Link amazon: L’universo nei tuoi occhi di Jennifer Niven

Bene amici voi avete letto questo libro? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

PS. scusate per la faccia, non avevo tempo per truccarmi e rendermi guardabile.

PPS. Si ringrazia il fotografo BB per non azzeccare mai le luci e la messa a fuoco. Ti si ama comunque.

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

 

 

NUOVE USCITE per MARSILIO

Lettori dal 25 maggio possiamo trovare in libreria ben 5 nuovi libri firmati Marsilio!

  • Sillabario dei malintesi di Francesco Merlo: Ci sono parole come «rottamare», «torni a bordo, cazzo!», «comunismo», «lucciole» e «musulmano», che in un certo momento storico sono state al centro di tutto, «capitali» della vita italiana. L’Italia e il suo linguaggio sono i principali protagonisti della militanza di Francesco Merlo nel giornalismo, un mestiere «che si sta irrimediabilmente guastando». «Ho cominciato giovanissimo a raccontare il progetto politico delle convergenze parallele e ora sto qui a raccontare il progetto politico del vaffa», scrive di sè l’autore che prova a comporre la storia d’Italia dal dopoguerra a oggi associando parole invece di date e luoghi. Così la parola «terrone» esplora il Sud e si combina con «Unità», «briganti», «emozioni». «Casa» spiega il paesaggio e il potere, «tangente» la corruzione, «referendum» illumina la monarchia, l’aborto, il divorzio… e il «sì ma anche no». Questo libro non insegue i significati e le etimologie, e non è una difesa purista della lingua. È una narrazione di parole che decifrano Milano e Roma, il delitto Moro, la fine della Dc, lo stile Agnelli e la musica di Morricone. E sono parole i caratteri di un popolo: furbizia, doppiezza, trasformismo, peccato. E poi, nel paese delle parolacce e del chiasso, c’è il silenzio di quegli italiani che non sprecano parole. Questo sillabario propone un metodo e, alla fine, scopre che le parole non somigliano alle cose che nominano, e che dunque la storia d’Italia è una storia di malintesi.
  • L’altro addio di Veronica Tomassini: Ne L’altro addio, Veronica Tomassini affronta con lucido coraggio il lato più oscuro della storia già raccontata in Sangue di cane: se quel primo romanzo affrontava il grande amore, difficile e dolorosissimo, della giovane donna per il bel ragazzo polacco che chiede soldi ai semafori, qui il racconto si concentra su di lui, sulla Polonia sedotta e abbandonata dall’Occidente, su una vita di soldi facili e di rapine, di violenza e d’alcol, e poi sulla fuga in Italia e la vita in strada, la miseria, la tubercolosi. È in sanatorio che lei lo ritrova, e in un monologo affascinante, turbinoso e ipnotico, ripercorre ogni passo dell’inesorabile caduta. Nella prosa angelica di Veronica Tomassini i sentimenti sono carne e sangue, e la carne e il sangue sono purissimi sentimenti.  
  • Lavoro 2025 di Domenico De Masi: Quali saranno gli effetti del progresso tecnologico sull’occupazione? Quale sorte attende i Neet, i giovani che non studiano e non sono alla ricerca di un lavoro? Come è possibile conciliare produttività e reddito di cittadinanza? «Per progettare qualsiasi futuro, e in particolare quello del lavoro, – sostiene Domenico De Masi – occorre prevederlo». A questa necessità intende rispondere la ricerca Lavoro 2025. Voluto da un gruppo di parlamentari del Movimento 5 Stelle per fornire una base scientifica alle loro proposte di legge e animato dalla professionalità di prestigiosi esperti, lo studio inquadra tutte le questioni fondamentali che sono al centro di quel delicato meccanismo di equilibrio tra domanda e offerta che è il mondo del lavoro. Una prima parte – La questione lavoro – descrive la fase di passaggio dalla società industriale a quella postindustriale e sintetizza le previsioni al 2025 di alcune variabili macrosociali, fornendo le basi per ipotizzare come cambierà il lavoro. La seconda parte – I futuri possibili – raccoglie le riflessioni degli esperti sui temi proposti. Nella terza parte – Lo scenario più probabile – è riassunto il succo della ricerca. Una lettura indispensabile per capire l’occupazione di domani, un progetto che celebra «l’incontro tra politici e intellettuali, gli uni in possesso dei poteri necessari per progettare, gli altri esperti delle discipline necessarie per prevedere». 
  • La fabbrica delle verità di Fabio Martini: Da sempre per la politica sfruttare i media a proprio vantaggio è una tentazione irresistibile. Se Mussolini è stato tra i primi a ricercare il consenso attuando una persuasione sistematica, a seguirne le orme sono stati in molti. Fabio Martini ricostruisce in questo libro la storia della propaganda mirata a conquistare l’immaginario degli italiani e diffusa attraverso i film, i cinegiornali, la televisione, la pubblicità, il web. Nel farlo, mette in luce metodi ed espedienti delle diverse epoche. Il fascismo non si è accontentato di spegnere la libertà, ma, inviando le «veline» ai giornali, ha accreditato un’immagine pacificata dell’Italia, in cui, scomparsi i fatti di sangue, le porte di casa potevano restare aperte. I notabili della Democrazia cristiana, censurando film e narcotizzando la programmazione della prima Rai, hanno soffocato racconti della realtà «troppo realistici» e quindi scomodi. Nella Seconda Repubblica i politici hanno invaso la tv come in nessun altro paese europeo, ma la proliferazione dei talk show ha finito col produrre nei cittadini una sorta di rigetto nei confronti della politica. Infine, il Movimento Cinque Stelle ha intuito prima di altri la pervasività della Rete e, cavalcando sui social rabbia e pregiudizi, ha raggiunto una platea molto più ampia dei partiti tradizionali. Una trama, quella che emerge dal racconto di Martini, fitta di segreti, perché la propaganda più efficace agisce in modo occulto e parla all’inconscio.  
  • Le meraviglie della natura di Elémire Zolla: Dalla sua prima uscita nel 1975 e a dodici anni dall’ultima ristampa nel 2005, rivede la luce il libro forse più amato dai lettori dell’opera zolliana, intatto nella freschezza che sgorga dall’immersione dell’autore nelle meraviglie del mondo della vita. «Scienza tradizionale degli imponderabili» definì Elémire Zolla l’alchimia, esplorandola come un dizionario della qualità delle cose impressa nei poteri dei quattro elementi, nella simbologia dei numeri e negli archetipi riconosciuti nella loro natura primigenia di ritmi. Quando nella riedizione di Le meraviglie della natura (1991) Zolla aggiunse il capitolo Pensieri alchemici fra 1975 e 1990, la materia trattata s’incurvò come un arcobaleno a lambire le soglie del terzo millennio. Negli esperimenti sulla fusione fredda di Fleischmann e Pons, che nei primi anni novanta del secolo scorso la comunità scientifica internazionale aveva accolto per lo più con dileggio e alterigia, Zolla scorgeva ‘stranezze’ caratteristiche di certi processi alchemici, ad esempio che la fusione avviene a volte sì a volte no e quasi sempre in primavera. Una ragione in più per tuffarsi nei segreti della natura con la disposizione a «guardarsi d’attorno con esultanza». Infatti solo «a questo patto – si legge nel primo capitolo – sollevando una gleba odorosa, spiccando un frutto, contemplando le iridescenze di gioielli o di cascate, lo splendore d’un incarnato umano o d’una liscia pelliccia o d’una sfolgorante colata di metalli, forse si saprà sentire la presenza animatrice che ha plasmato e va plasmando queste materie». All’introduzione del 2005 Grazia Marchianò premette una postilla che inquadra i temi al cuore di Le meraviglie della natura negli inquietanti scenari cognitivi di un futuro alle porte.  

Cosa dite di questi libri? C’è qualcosa che vi ispira? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]