Lovely TAG

Buongiorno lettori! Oggi vi tengo compagnia con un tag e colgo quindi l’occasione per ringraziare subito Sara che mi ha taggata!

Di seguito trovate le regole:

  1. Rispondere alle domande del tag
  2. Usare l’immagine del Tag
  3. Nominare e taggare il creatore del tag e chi vi ha nominati
  4. Sono consentite fino a 3 risposte per argomento e possono essere affiancate a immagini
  5. Taggare 10 amici blogger e avvisarli
  6. Divertirvi

Cominciamo miei prodi!

  • Il vostro Lovely letterario: autori o autrici che con le loro qualità vi fanno battere il cuore attraverso i loro romanzi.

Ci sono stati tanti romanzi che mi hanno fatto battere il cuore, per un motivo o per un altro, ma se devo pensare ad un autore nello specifico direi King. Lui mi ha tenuto molta compagnia durante l’adolescenza e poi mi sono obbligata ad abbandonarlo per leggere anche altro. Ultimamente ho letto 11 libri suoi e ho deciso di leggere tutta la sua biografia.

  • Il vostro Lovely sportivo: personaggi legati al mondo dello sport, che siano ancora in attività o in vita non importa, basta che sono riusciti a farvi sognare con le loro imprese.

Mi piace molto come sportivo Federer e ammiro che, nonostante l’età stia ancora combattendo sul campo da tennis poi, da milanista, non potrei non citare Maldini, Paolo Maldini. Trovo che sia sempre stato un signore, un calciatore (uno dei pochi ormai) che amava quello che faceva, mi ha sempre dato l’idea di non praticare quello sport per i soldi ma proprio per passione e mi ha sempre dato l’impressione di avere la testa sulle spalle.

  • Il vostro Lovely cinematografico: attori o attrici che si sono guadagnati un posto d’onore nella vostra top ten cinematografica (magari raccontando anche con quale interpretazione).

Un posto d’onore va in assoluto ad Eddie Redmayne che ho scoperto con The Danish Girl, lì mi sono innamorata perdutamente di lui come attore; poi ho visto The theory of everything e Animali fantastici e dove trovarli. Ho appena scoperto che ha recitato anche in Les Misérables quindi ok, in realtà l’ho visto per la prima volta 5 anni fa e non lo sapevo ahahahaha. Poi trovo molto bravo anche Benedict Cumberbatch che (credo) di aver scoperto con la serie Sherlock in cui è fenomenale.

  • Il vostro Lovely musicale: il cantante, la cantante, il gruppo, il cantautore/trice che vi fa sognare con la loro musica.

Sebbene nell’ultimo anno lo abbia un po’ abbandonato non potrei non dire lui, Ligabue. Molte sue canzoni hanno accompagnato diverse tappe della mia vita e avrà sempre un posto nel mio cuore.

  • Il vostro Lovely fumettistico: I vostri idoli fumettistici! Da La Pimpa a Bonelli a Toriyama, chiunque abbia fatto breccia nel vostro cuore e per questo sono diventati i vostri preferiti.

Io adoro alla follia i fumetti di Topolino, Zio Paperone & company, li acquisterei tutti se solo avessi i soldi per permettermelo! Sto poi cominciando a leggere Zerocalcare e per ora mi piace molto!

  • Il vostro Lovely serial TV: gli attori che hanno fatto battere il vostro cuore (scrivete anche la serie che hanno interpretato così possiamo guardarla se interessati), ma mi raccomando, solo attori di serie TV.

Per ora la mia serie tv preferita è Dexter, e come attore c’è lui, Michael C. Hall che è stato fantastico. Poi amo alla follia Vikings e trovo che Travis Fimmel sia molto molto bravo come attore. Credo che il suo lato estetico a volte lo porti ad essere giudicato più per la sua bellezza che per la sua bravura ed è un peccato perché è veramente bravo, credetemi. Io vi suggerisco entrambe queste serie, dovete guardarle!

  • Il vostro Lovely teatrale: Il teatro, il grande teatro e i suoi grandi interpreti, che siano di prosa, di musical o di danza classica il discorso non cambia, basta che vi hanno emozionato.

Io purtroppo non sono mai andata a teatro (se non una o due volte con la scuola) e mi rincresce perché ne sono molto affascinata e mi piacerebbe infatti andarci più spesso. Purtroppo a causa di questa mia carenza non posso rispondere a questa domanda!

  • Il vostro Lovely televisivo: I personaggi della TV italiana che non vi stancate mai di seguire, ovviamente se la seguite xD

Ormai non segui quasi più la tv italiana ma sicuramente posso dirvi che amo Gerry Scotti, lo trovo un ottimo presentatore e un uomo di cuore e non posso non includere Maria, sì, proprio lei, adoro Maria de Filippi!

  • Il vostro Lovely fantastico: Il personaggio di fantasia che più amate. Non l’attore o l’attrice che lo interpreta, ma proprio il suo personaggio, esempio Harry Potter 😉

Direi Roland di Gilead ma si tratta di amore reverenziale. Al di là del fatto che nella mia fantasia è un bell’uomo, è comunque un uomo pieno di dolore e sofferenza, un uomo che ha affrontato mille avventure, che sa essere padre, amico e compagno..è un personaggio molto particolare, di non facile comprensione e forse proprio per questo lo amo e in un mondo parallelo mi piacerebbe essere un pistolero e avere lui come maestro.

  • Il vostro Lovely di sempre: Colui o colei che hanno superato le barriere del tempo, che nonostante gli anni che passano, continuate a seguirlo ed a amarlo come il primo giorno (o che avete amato e ora non c’è più).

Non so spiegarmi il perché ma l’unico che mi è venuto in mente al primo colpo è stato Patrick Swayze. Ho perso la testa per lui da piccolina quando per la prima volta ho guardato Dirty Dancing (attualmente credo di averlo visto più di 10 volte) e quando poi nel 2009 è morto ero sconvolta.

I nominati (più di 10) sono:

https://cronachedibetelgeuse.wordpress.com/

https://leggererecensire.wordpress.com/

https://lalibreriadigabri.wordpress.com/

https://catysworld9.wordpress.com/

https://girodelmondoattraversoilibri.wordpress.com/

https://lalibreriadij.wordpress.com/

https://booksandtea1.wordpress.com/

https://sweetbooksme.wordpress.com/

https://librinellamente.wordpress.com/

https://ilsalottoirriverente.wordpress.com/

https://immersanellalettura.wordpress.com/

https://unavitanonbastablog.wordpress.com/

Se non siete tra questi scusatemi, ma siete troppi e se vi mettevo tutti era una lista infinita, se volete farlo siete i benvenuti ricordatevi però di farmelo sapere!

Ora attendo le vostre risposte!

A presto lettori,

erigibbi

©

Annunci

Era da tantissimo tempo che non partecipavo ad un tag, ringrazio quindi Neogrigio per avermi taggata! (Questo l’ho aggiunto dopo aver finito il tag: non ti ringrazio perché mi è veramente sembrato di confessarmi con il mio cane, perché sì, di solito mi confesso con il cane, e mi sembra, e probabilmente lo sono veramente, di essere una lagna!)

Le regole sono le seguenti:

  • Inserire il logo del TAG e citare il blog che lo ha creato (Il Mondo di Shioren)
  • Rispondere in modo sincero alle 7 domande relative ai 7 Peccati Capitali
  • Taggare 15 blog

Peccato #1 SUPERBIA Vi siete mai sentiti superiori a qualcuno ed in quale occasione?

Ci ho pensato molto perché non vorrei apparire falsa ma credo veramente di non essermi mai sentita superiore a qualcuno. Sono una persona timidissima e molto, molto insicura con zero autostima e zero fiducia nelle mie capacità, non mi sento a mio agio con il mio corpo, con il mio aspetto fisico ed esteriore, non mi piaccio e insomma, la vedo dura sentirmi superiore a qualcuno con questi complessi.

Peccato #2 AVARIZIA Siete mai stati attaccati o lo siete ancora al denaro o beni materiali?

Nessuno mi ha mai detto che sono avara o tirchia e allo stesso tempo nessuno mi ha mai detto che sono una spendacciona. Sono cresciuta con il valore per i soldi perché i miei genitori hanno sempre fatto molti sacrifici per non far mancare nulla a me o a mio fratello. A 14 anni ho passato l’estate a fare la baby sitter, a 15 anni ho iniziato a dare ripetizioni e a 19 anni ho iniziato a lavorare in una pizzeria per non dipendere totalmente dai miei. Ho potuto così pagarmi l’università, l’assicurazione della macchina e magari ogni tanto mi facevo saltar fuori qualche soldo per un libro o due. Spesso ho rinunciato ad acquistare qualcosa che mi piaceva perché non potevo permettermelo in quel momento o perché volevo avere dei soldi da parte per eventuali spese future impreviste che puntualmente facevano capolino quando non dovevano. Quindi no, non sono tirchia e non sono spendacciona, acquisto quando posso permettermelo.

Peccato #3 LUSSURIA Siete mai stati attratti dal sesso al punto tale da dimenticare tutto?

Questo è un tasto dolente, un argomento che mi fa soffrire per cui mi limito a dire no.

Peccato #4 INVIDIA Siete mai stati invidiosi di qualcuno?

Ahimè sì, e qui mi sento una brutta persona. Non sono mai stata al passo con i tempi, ero sempre vestita fuori moda, sono sempre stata considerata la sfigata di turno (turno che è durato molti anni e come sia ora la situazione nelle teste degli altri non mi importa, non più di tanto perlomeno). I pochi risultati veramente buoni nella vita per me non sono mai stati abbastanza. Sono, PURTROPPO, una che non si accontenta mai, cerco sempre di dare e ottenere il massimo e quando non lo ottengo, seppure quello ottenuto sia un ottimo o un buon risultato, non ne sono felice. Per cui sì, sono invidiosa di chi nella vita non ha dovuto lottare per ottenere quello che ha. E poi sono invidiosa, e qui lo sono in modo positivo, se ci può essere un invidia positiva, per quelle persone che lottando hanno avuto quello che hanno. In queso caso sono veramente felice per loro, per questo dico che è un’invidia positiva.

Peccato #5 GOLA Siete dei “peccatori” di gola?

Assolutamente sì. Io amo mangiare quello che mi preparano e quello che mi preparo, ma amo anche cucinare per gli altri. Ho la fortuna di non ingrassare (o comunque non ingrasso facilmente e dimagrisco senza problemi) e spesso mangio anche cose che non mi fanno benissimo per i problemi che ho. Quando, durante l’adolescenza, ho dovuto seguire una dieta mirata per i miei problemi di pelle, beh, sono stata parecchio brava ma ora lo sono un po’ meno.

Peccato #6 IRA Siete mai stati ossessionati dal desiderio di vendetta per un torto subito?

Assolutamente no. Ho subito dei torti nella mia breve vita ma non ho mai desiderato vendetta. Piango, mi arrabbio con me stessa e con chi mi ha fatto star male, ma la vendetta non è nel mio Io. Negli ultimi anni ho imparato a credere nel Karma, sono convinta che prima o poi le cose brutte e cattive e sbagliate che la gente commette, tornano loro indietro con effetti uguali o peggiori. Badate bene, non è che spero succeda loro una determinata cosa, sono semplicemente convinta che quella cosa succederà loro. Non so se sono stata chiara!

Peccato #7 ACCIDIA Il male interiore, indifferenza e negligenza verso la vita e verso se stessi, quanti di voi si sono ritrovati a vivere una situazione del genere?

Il male interiore purtroppo lo vivo molto spesso. Sto cercando di essere positiva, di fare meditazione, di fare respirazioni quando mi sto agitando ma la sofferenza è sempre lì. A quel punto piango. Piangere mi aiuta molto. Piango quando sono triste ma anche e soprattutto quando sono arrabbiata e nervosa. Mia mamma mi dice sempre che non serve a niente piangere, credo debba ancora capire che per me è semplicemente una valvola di sfogo. C’è chi prende a pugni il muro o le porte, io piango. Indifferenza e negligenza verso la vita no, assolutamente no. La vita è un dono meraviglioso e sto tentando di non sprecarlo; piuttosto sono stata indifferente e negligente nei miei confronti, a volte lo sono tuttora. Mi preoccupo sempre di quello che gli altri pensano o potrebbero pensare di me nel momento in cui dico o faccio qualsiasi cosa e questo mi porta spesso a stare zitta anche quando vorrei dire la mia (ma questo si rifà anche alla mia timidezza ed insicurezza). Mi sono fatta mettere i piedi in testa più volte, già alle elementari, a volte ho reagito ma il più delle volte ho mandato giù (sarà per questo che ho iniziato a soffrire di gastrite a 15 anni??) e non va bene. Non va bene ignorarsi, rinchiudere i propri desideri e i propri pensieri per paura di essere giudicati, non va bene non farsi valere, non va bene farsi mettere i piedi in testa, non va bene non considerare le proprie passioni. Sto cercando di lavorarci, sto cercando di migliorare e di comprendermi ma non è semplice perché a 25, quasi 26 anni, ho più dubbi adesso rispetto a quando ero un’adolescente e ancora ho paura di deludere i miei e chi mi circonda quindi ripeto, non è semplice, ma ci sto provando.

Bene la confessione è fnita, andate in pace.

Amen

PS. non taggherò nessuno, se volete farlo, fatelo e nel caso scrivetemi perché sarei curiosa di leggere le vostre risposte!

erigibbi

©

Christmas TAG

Ed ecco un altro TAG amici lettori! Ovviamente non poteva mancare un tag natalizio, vi pare??

Le regole sono molto semplici:

  1. Rispondere alla domanda ‘quali sono le 3 cose che non possono mancare nel tuo Natale?’
  2. Citare il blog che ha ideato il TAG
  3. Ringraziare il blog che ci ha taggato
  4. Invitare a partecipare altri 15 blogger

Iniziamo gente..

1 IL PRANZO CON I PARENTI

feste-a-milano-laurea123

Lo so, lo so. BANALISSIMO! Ma è una cosa che veramente non può mancare! Io non sono felice se qualche membro della famiglia non c’è o se qualcuno festeggia da una parte e qualcun altro da un’altra parte. Purtroppo è successo e per miei quelle rare volte NON è stato Natale. Amo il casino che si crea quando tutti parlano tra loro, le risate, la tovaglia pulita che subito viene sporcata dal maldestro di turno, il cibo che ci passiamo..no, questo non può proprio mancare signori!

2 LUCI & DECORAZIONI

luci-e-decorazioni-natalizie

Vabbè, questo tag sarà pieno zeppo di idee scontate! Per me le lucine ci dovrebbero essere tutto l’anno! Mi mettono gioia e allegria. Quando mi alzo dal letto la mattina (attualmente la sveglia è alle 6.45 quindi sì, sono uno zombie) la prima cosa che faccio è accendere le luci di Natale. Vedere la casa un attimo prima immersa nel buio e un attimo dopo brillante è..qualcosa di magico!

3 I REGALI

841014.TIF

Ora, non prendetemi per quella che pensa al Natale e ama il Natale SOLO per i regali. Sinceramente, chi non ama ricevere un regalo? Chi non ama poi scartarlo? I miei genitori OGNI Natale (dev’essere diventata una tradizione a mia insaputa) mi rompono dicendomi “non farci regali”, “non voglio niente”, “non mi serve niente”, “non spendere soldi” AAAAAAH. Che sia chiara una cosa, io non amo SOLO riceverli ma anche FARLI! AMO FARE I REGALI DI NATALE! AMO spendere i miei guadagni per acquistare un regalo a chi voglio bene! Mi comprimo la mente a furia di pensare e pensare a cosa potrei fare e sono orgogliosa di quello che regalo (nella speranza che poi piaccia, ovvio) e MI FA FELICE acquistare regali PER GLI ALTRI e sapere che quel regalo può, a sua volta, RENDERE FELICE loro!

Ora, passiamo alle cose più ‘pratiche’: ringrazio il mondo di Shioren per aver ideato questo tag e Neogrigio per avermi pensata! 

Passiamo alle nomine:

  1. i libri di Mia
  2. la stanza di pluffa calderone
  3. the shelter of books
  4. sara
  5. the true reader
  6. tanya
  7. fall in books
  8. l’ultima pagina del libro
  9. la siepe di more
  10. book coffee
  11. bacio sul naso
  12. canti delle balene
  13. cronache di betelgeuse
  14. libri alla polvere
  15. nata a pagina 88

Buon tag gente! 😉

eri gibbi

LIEBSTER AWARD 2016

Buongiorno lettori e lettrici! Sono stata nominata da 3 blogger diverse al LIEBSTER AWARD 2016. Voi vi starete chiedendo che cosa sarà mai questo Liebster che manco so pronunciarlo?? Almeno, questo è quello che ho pensato io, per cui ve lo descrivo brevemente. Si tratta di un riconoscimento che viene dato ai blog con meno di 200 iscritti, proprio per promuovere e far conoscere questi blog nuovi o comunque poco conosciuti. A quanto pare ci sono due modalità diverse in cui si può partecipare: in una si devono dire 11 cose a caso su di sé mentre nell’altra bisogna rispondere a delle domande che ci sono state poste dal blogger che ci ha nominato. Io sono stata nominata per entrambi i tipiiiii!! SIIIIIIII

Comincio con il ringraziare The True Reader Lily e queste sono le mie risposte alle sue domande:

Qual è il libro che racconta la storia che porti nel cuore? E perché.

Ci sono molti libri a cui sono legata per cui mi è sinceramente difficile scegliere. In particolare ero indecisa tra L’Alchimista, Mangia Prega Ama e Fahrenheit 451. Tra i 3 quello che forse merita di essere qui citato è l’ultimo. Questo libro mi è stato fatto leggere (quindi sì, “imposto”, anche se al contrario di molti, se non tutti miei compagni di scuola, esultavo quando l’insegnante ci dava da leggere qualcosa) dalla mia prof.ssa delle medie che ricordo con affetto. Mi sembrava impossibile potessero esistere dei pompieri che invece di spegnere il fuoco lo appiccassero e che per di più lo appiccassero ai libri! I miei tanto amati libri! E leggendo, andando quindi contro le persone presenti nel libro, mi sono sentita sempre più in dovere di proteggere i libri, di salvaguardarli e forse da qui si spiega perché sono mooolto diffidente nel prestarli, li tengo con cura, mi dispero se si rovina la copertina ecc ecc ecc. 🙂

Libro cartaceo o digitale?

ASSOLUTAMENTE CARTACEO! Questa era, è e rimarrà la mia posizione. Fino a qualche mese fa non volevo assolutamente saperne di Kindle, Kobo ed ebook ma purtroppo (o per fortuna!) non sono Trump e non mi posso permettere una libreria da 100000 volumi né per il costo dei libri né per lo spazio che mi occuperebbe in casa per cui anch’io dopo anni e anni di resistenza, cederò al Kindle anche se continuerò ad acquistare il cartaceo per tutti i libri che porto nel cuore.

Hai mai scritto un libro o un racconto?

Di sicuro non ho scritto un libro, un racconto forse ma è più probabile che non l’abbia mai iniziato. Tra i tanti sogni c’era la scrittrice ma poi mi resi conto che era molto più facile (e mi riusciva anche meglio) fare la lettrice!

Cosa ti attrae di un libro?

TUTTO! Sì, lo so, risposta banalissima ma è proprio così. Mi attrae la sensazione di averlo in mano, girarlo e rigirarlo per osservarne ogni angolatura; mi attrae la copertina; mi attrae il titolo ed immaginarmi cosa possa voler dire; mi attrae il profumo del libro nuovo e del libro vecchio; mi attrae l’inchiostro nero su carta bianca o su carta ingiallita dagli anni; mi attrae la storia; mi attrae il mondo alternativo che posso vivere mettendomi nei panni di qualsiasi protagonista..mi attrae tutto ragazzi!

Ascolti la musica quando leggi? Ci sono romanzi a cui associ una colonna sonora?

No, non mi è mai capitato di ascoltare musica quando leggo, anzi prediligo il silenzio assoluto, anche se non ho problemi ad immergermi nella lettura con chiacchiere di sottofondo. E no, non ho romanzi a cui associo una colonna sonora.

Qual è la tua saga preferita?

Oh assolutamente La Torre Nera, seguito da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco e da Harry Potter.

Cosa pensi degli scrittori che si avvalgono di “ghostwriter”?

Ho dei pensieri molto controversi. A volte credo nel “perché no?” nel senso, ci sono persone che mancano di immaginazione (uno dei motivi per cui non mi cimento nella scrittura) ma che sono bravi nella scrittura e altri che hanno l’immaginazione per scrivere un buon libro ma non hanno le capacità di scrittura. I primi possono fare i ghostwriter e i secondi si servono di un ghostwriter. Quello che mi dà fastidio e che non tollero è quando i ghostwriter non vengono citati, non vengono menzionati, quando a loro non viene data la giusta importanza, questo mi fa incazzare. Zoella pensa al libro, il ghostwriter lo scrive. Come si chiama? Perché conosco Zoella e non la vera scrittrice? Perché la persona che non sa scrivere riceve molti più soldi di quella che l’ha scritto? Questo no, non mi piace.

Meglio il film o il libro?

Ma non scherziamo! LIBRO! Cioè ragazzi voi potete immaginarvi tutto, TUTTO! L’ambientazione, le voci, i protagonisti, il modo di muoversi, voi vi fate il film finché leggete il libro!! Fantastico, è fantastico!

Hai un genere preferito o leggi un po’ di tutto?

Sinceramente leggo un po’ di tutto, cercando di evitare i romanzi storici anche se Enrico mi ha proposto qualcosa di Manfredi e non mi è dispiaciuto affatto.

Quanto spesso senti il bisogno di correre in libreria a fare scorte?

Beh fosse per me acquisterei libri ogni giorno ma appunto, non sono Trump!

Con che criterio sistemi i libri nella tua libreria?

Tasto dolente. Vado in ordine alfabetico per autore; se ho più libri dello stesso autore vado in ordine alfabetico anche per i libri; nel caso di una saga vado in ordine temporale. La cosa non mi soddisfa perché odio vedere libri alti e libri bassi; libri con copertina rigida in mezzo a libri con copertina flessibile..insomma..devo ancora trovare la modalità perfetta. Che poi spiegatemi com’è che su instagram tutte le librerie casareccie che vedi c’hanno i libri della stessa altezza, spiegatemelo perché io non ce la posso fa’! 😉

Ora, qua mi sa che tutti sono già stati nominati per questo Liebster Award 2016 quindi, perdonatemi per un’eventuale altra nomina:

Veniamo alle vostre domande:

  1. Quale libro proprio non siete riusciti a finire?
  2. Avete una specie di rituale prima di iniziare a leggere o mentre leggete?
  3. Se doveste scegliere una meta in cui vi vedete leggere, quale sarebbe? (Sia come luogo in un posto preciso sia come zona geografica)
  4. Quando avete capito di amare la lettura?
  5. Quando dovete far spazio in casa (per traslochi o semplicemente per mancanza di posto) dove mettete i libri che decidete di non avere più?
  6. Sempre in caso di mancanza di spazio, come decidete quali sono i libri da tenere obbligatoriamente e quali no?
  7. Quale libro che avete letto ha la copertina più brutta per voi?
  8. Annusate mai le pagine dei libri? E come vi fanno sentire?
  9. Se state leggendo un libro molto grande, diciamo sulle 1000 pagine o più, lo portate in borsa o lo lasciate a casa?
  10. Vi capita mai durante la giornata, di “parlare” con i personaggi del libro che state leggendo in quel periodo, anche se in quel preciso momento non state leggendo?
  11. Avete provato a leggere ogni genere di libro oppure quando avete iniziato a leggere vi siete fermati a quello che vi piaceva di più?

Ecco fatto! Ora tocca a voi! 😉

Passo adesso all’altro tipo di nomina, e qui devo ringraziare sia ardath sia sara! 🙂

In questo si devono dichiarare 11 cose a caso e poi taggare altri 5 blog!

Cominciamo..

  1. Mi reputo una nerd e non ho nessuna vergogna nel definirmi o essere definita tale. Amo guardare serie tv, leggere fumetti, drogarmi guardando ogni tipo di film su supereroi e company! La vita sociale la lascio ad altri!
  2. Mi piace ballare ma lo faccio solo ed esclusivamente quando sono da sola, se per caso vengo scoperta mi vergogno come una ladra e vorrei sprofondare.
  3. Ho l’ansia dei viaggi se so che non posso andare a fare pipì. Se mi viene assicurato che nel tragitto posso andare in bagno, o che in un certo luogo dove mi devo recare c’è il bagno e posso andarci, sono molto più tranquilla.
  4. Vorrei avere la capacità di leggere nella mente, non tanto per farmi gli affari degli altri ma per sapere cosa pensano di me perché da eterna insicura credo sempre di non piacere e di risultare antipatica.
  5. Mi piacerebbe lavorare nella mia casa, adibita a “biblioteca” dove persone di ogni genere ed età possono entrare per gustarsi una bevanda calda o fredda con una fetta di dolce fatta in casa accompagnata ad un buon libro se questo proprio non dovesse realizzarsi mi piacerebbe lavorare come recensionista di libri.
  6. A gennaio mi trasferirò in Inghilterra. Vi dico solo che nel primo test di ingresso fatto in prima superiore presi 4. Boom bitches! (Ci stava dai!)
  7. Mi piacerebbe nuotare con i delfini, afferrare la loro pinna e farmi trasportare da loro. Piccolo problema: ho la fobia dell’acqua per cui questo sogno negli anni è un po’ cambiato ergo mi piacerebbe per lo meno toccare, accarezzare un delfino.
  8. Ho una patologia cronica che si chiama “mancanza di autostima perenne”.
  9. Un giorno vorrei avere un Bovaro del Bernese, femmina, di nome Nymeria (riferimenti a fatti, persone, animali, libri, saghe, g.r.r.martin, puramente casuali).
  10. Quand’ero bambina mi sono perdutamente innamorata di Heric (protagonista maschile di Rossana). Sì, mi sono innamorata di un ragazzo di un cartone animato. Cartone animato. Sì. Ma ero bambina. Capitemi.
  11. Ultimamente sono fissata con questo modo di dire inglese: easy peasy lemon squeezy. Da quando l’ho scoperto, lo hanno citato in due serie tv che seguo così ora lo utilizzo ancora di più!

Bene! Ora lancio la palla a voi..

A presto amici!

eri gibbi

AUTUNNO in…TAG!

Buuuuongiorno ragazziiii! Oggi non vi parlo di libri perché sono stata nominata per un TAG ideato da Il mondo di Shioren e per il quale ho ricevuto la nomina da La stanza di Pluffa Calderone, che ringrazio! 🙂

Procediamo con il regolamento:

  1. usare l’immagine del tag
  2. nominare l’ideatore del tag
  3. raccontare quali sono le 3 cose che ti fanno esclamare: “È arrivato l’autunno!”
  4. nominare 15 blogger

Parto subito con una piccola premessa. IO AMO L’AUTUNNO! A pensarci bene amo tutte le stagioni per un motivo o per un altro, ma penso che l’autunno surclassi di poco le altre! Mi rendo anche conto che ormai è più inverno che autunno :/ ma il TAG è arrivato ora quindi portate pazienza! 😉

Allora..

LE FOGLIE

autunno

Di solito esclamo (leggere la frase che segue con voce da bambina con gli occhioni lucidi) “OHMIODIOOHMIODIOOHMIODIOOOOOOOO È AUTUNNOOOOOOO” quando mi accorgo di essere circondata da alberi multicolori. Sfumature del rosso, dell’arancione, del giallo, del marrone…il paradiso ragazzi. Mi parte proprio la vena romantica, non capisco più niente. Vi giuro.

TÈ & TISANE

tisane

Oh sì ragazze! Sono una drogata di tè e tisane, un po’ come voi donne lo siete con scarpe e vestiti, ecco io lo sono più con le tisane! Perché non mi limito a comprarne una scatola e poi finirla, noooo, scherziamo, ogni volta che mi reco al supermercato porterei a casa qualcosa di diverso. Diciamo che abitando con i miei, mi limito se non voglio essere cacciata di casa ahahahaha ma per dirvi, quando sono andata a trovare Enrico in Galles, devo aver acquistato 2 o 3 scatole di tè e tisane in 2 volte che sono andata al supermercato! Ma voi non avete idea di quanti gusti abbiano lì, da perderci la testa! Insomma da quando iniziano i primi freddi aaaah dò libero sfogo alle mie pupille gustative!

CAMINETTO + LIBRO

index

Sì, scusatemi. Avete pienamente ragione! Lo so, lo so. Avevo detto niente libri, ma, come faccio??? Io ho la fortuna di avere un caminetto e credetemi, andare in quella stanza, vedere sul muro mille sfumature rossastre, sdraiarsi sul divano e leggere un buon libro è una cosa meravigliosa. Potrei rimanere così per ore e ore e ore. Instancabilmente.

Bene ragazzi! Fatemi sapere anche voi quali sono le 3 cose che vi piacciono di più dell’autunno! Sono proprio curiosa!!

Nomino i 15 blog per continuare questo TAG!

  1. Milioni di Particelle
  2. L’ultima pagina del libro
  3. Fall in books
  4. Leggere recensire
  5. The true reader
  6. bookish girl kingdom
  7. I libri di Mia
  8. The shelter of books
  9. It’s a kindle girl
  10. Diario di una Lettrice
  11. Tutta colpa dei Libri
  12. Pensieri Spelacchiati
  13. Book Coffee Site
  14. Cronache di Betelgeuse
  15. Ilaria Rodella

PROSSIMA QUASI VACANZA!

Ciao a tutte/i!

Allora, sono super super super entusiasta al solo pensiero di partire tra 13 giorni!!

Ritorno in Galles a trovare il mio ragazzo, non è previsto niente di particolare.

La mia idea è di fare una quasi vacanza da tutto questo stress dovuto a studio-tirocinio-studio-lavoro-studio. I miei programmi sono brevi ma intensi: sfondarmi con Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (sono all’ultimo libro uscito, poco prima della metà e vorrei tornare da questa quasi vacanza col libro quasi terminato; dico quasi perché devo tenermi qualche capitolo da leggere in aereo ahahahaha), sfondarmi con qualche telefilm (penso Hannibal perché sono ferma alla II stagiona, mannaggia a me! sempre se non me la faccio sotto a guardarlo da sola in una casa pressoché sconosciuta fonte di millemilainfiniti suoni oscuri) e magari registrare un video che pubblicherò nel duemilaecrediciquandotrovoiltempo.

Ah. Dimenticavo.

Magari qualcosina la studio.

La cosa che più mi eccita è l’idea di andare al mare. Ebbene sì. MARE.

Probabilmente quest’anno l’unico mare che vedrò sarà il mare inglese o mmmh gallese, no, inglese. Quindi sì, ecco, io un costume me lo porto anche via (se mi ricordo) ma SE troviamo bel tempo, non è detto che la temperatura sia ideale da mettersi a prendere il sole. Poi, io ve lo dico, a me andrebbe bene anche passare una semplice and easy giornata al mare a camminare sulla sabbia (anzi, probabilmente sui sassi) e bo, fare un picnic o qualcosa del genere. Tanto ormai l’estate la passerò da donna pallida tipo non-morto (con gli occhi azzurri sarei figa, lo so) per cui una giornata di sole non mi cambierebbe la vita, tanto meno la tonalità dell’epidermide. Già. Evviva.

Ah. Dimenticavo.

Spero ci sia un posto chiamato BAGNO o WC o TOILETTE, lì, nel mare ingallese. (L’avete capita??? Give me five bro & sista!)

Indi per cui raga (yeah mi sento molto 15enne in questo momento, al contrario dell’ultima volta in cui mi sentivo molto vecchia..HO PROBLEMI. LO SO.) sono troppo felice. Felicità che finirà nel momento in cui dovrò prendere l’aereo perché me la faccio sotto (evitiamo termini poco consoni) ogni qualvolta io debba prendere un oggetto non identificato da sola. Ma questa è un’altra storia!

Un saluto a tutti i non-morti come me.

erigibbi

Scegliete ciò che amate

Ciao a tuttiiii!!

Oggi navigando su YT..

Coscienza: “cosa che non dovresti fare Erika! Tu devi studiare! Ah, non dovresti nemmeno scrivere nel blog, sia chiaro”

Me medesima: “ssssh non parlare su”

Stavo dicendo, oggi navigando su YT sono incespicata (questa parola mi fa venire in mente un cespo di insalata..) in Sofia Viscardi. Ora, mi sento molto 15enne (senza offesa per le 15enni) nel dichiarare che mi sono sparata tipo 5 video di Sofia. Mi sono resa conto che me li sono guardata sempre col sorriso sulle labbra ma la cosa deprimente è che alla fine ho pensato: ‘po*ca put*ana questa c’ha 18 anni, studia, fa i video su yt ed è al persona più felice del mondo, io ho 25 anni e e e ca*zo MI SENTO VECCHIA’.

Sì signori e signore mi sento vecchia. Ma non è SOLO un fattore età, c’è molto, molto di più. Da un po’ sento questa insoddisfazione, questo stato di costante bo, sì insoddisfazione credo sia il termine più appropriato. Nella vita, in questi miei inutili 25 anni non ho fatto altro che studiare, cosa che tuttora sto facendo. Non ho fatto altro. Non me la sono spassata molto, non ho visitato mezzo mondo, anzi, non ne ho visto nemmeno un decimo di mondo e bo, non ho realizzato nulla di buono. Non faccio nulla per gli altri ad esempio. Ma quello che ancora di più mi fa stare male, è che non faccio nulla per me. Non mi sento realizzata. Il problema è che mi piacciono così tante cose che alla fine, non so nemmeno cosa voglio realmente fare. Anzi lo so. Vorrei fare tutte queste cose che amo.

Mi sento molto LeopardiStyle in questo periodo ma credo che questo mio ‘mal di vivere’ sia comune a tante persone. Purtroppo. Cioè spero di no, per carità, ma qualcosa mi dice il contrario.

Voglio dire, quante persone fanno realmente ciò che amano fare? Quante persone hanno realmente un lavoro che amano? Quante persone sono soddisfatte di quello che hanno?

Perché non si può avere un mondo che non si limita a sopravvivere ma che vive grazie a delle persone che fanno quello che amano? Quanto meglio sarebbe? Ci sarebbe meno stress, meno rabbia, meno depressione, più gentilezza, più altruismo, più salute. Se nella vita fai quello che ti piace stai bene, di conseguenza sei più orientato a far star bene gli altri.

Perché devo essere obbligata a studiare fino a 18 anni se a me non piace studiare ma piace creare oggetti lavorando il legno? Perché sono obbligata a lavorare come segretaria se a me piacerebbe fare la fiorista?

Perché siamo obbligati a fare qualsiasi scelta? Perché non abbiamo libertà di scelta in un Paese che è convinto del contrario?

Sono contenta per Sofia e per quelle persone che hanno avuto il coraggio di scegliere di cambiare scuola perché non si trovavano bene, che hanno avuto il coraggio di aprire un canale o un blog per parlare di quello che passa per la testa senza dover per forza ‘produrre’ qualcosa, che hanno avuto il coraggio di andare avanti in una vita che non hanno scelto o in un lavoro che non hanno scelto veramente ma solo perché non hanno trovato altro che permetteva loro di vivere, sono contenta per tutte quelle persone che scelgono di fare ogni giorno ciò che amano fare.

Io non ho ancora scelto.

Scegliete ciò che amate.

erigibbi

Non sei abbastanza

E poi..poi c’è sempre quella sensazione di non essere mai abbastanza, di non fare mai abbastanza per loro.

Puoi essere una perfetta studentessa con ottimi voti e cominciare a guadagnare i primi soldini a 15 anni facendo la baby sitter d’estate, poi facendo ripetizioni e poi conciliando università e lavoro in una pizzeria.

Puoi anche non avere vizi. Non spendi i tuoi soldi per sigarette, per vestiti, per trucchi. Al massimo ti prendi un libro ogni 3 mesi. Il resto dei soldi te li fai bastare per pagare le spese dell’autobus e l’assicurazione della macchina. Oh e poi per i regali di Natale e compleanno che fai per loro.

Puoi anche trovare il tempo di pulire la tua stanza, e perché no? anche quella di tuo fratello. Ma non pulisci il bagno, non pulisci il salotto, non pulisci altro che quelle due stanze. Non fai abbastanza.

Prendi bei voti a scuola? Non è abbastanza.

Hai preso 8? Perché non hai preso 9?

Hai preso 30? Perché non hai preso 30 e lode?

Non è abbastanza. Tu non sarai mai abbastanza e non farai mai abbastanza.

Fai sport? Invece di pulire casa o di studiare fai sport? Oggi non puoi proprio saltare?

Fai video su YouTube per sforzarti a parlare inglese? Perdi solo in tempo invece di studiare oppure potresti pulire no?

Leggi? Non fai altro che leggere.

Studi? Studi e basta.

SEI UNA DELUSIONE.Cosa fai alla fine? Sì, studi, vai bene, ti sei laureata, lavori in pizzeria e poi? Non fai altro.

Queste sono le soddisfazioni. E vorrei dirvi, vorrei dirmi che non importa, che devo fare tutto quello che mi piace e che devo fare qualcosa per me, senza sentire tutto queste parole ma mi dispiace, non funziona così. Le parole, queste parole, le senti, le senti eccome. Le senti perché sono le persone per cui tu hai fatto tutto questo che te le dicono.

E poi..poi puoi fare di tutto, puoi fare ancora di più di questo ma non sarà mai abbastanza. Per certe persone non sarete e non farete mai abbastanza.

Io ve lo dico, ve lo dico con il cuore in mano e con le lacrime sulle guance: cominciate a fare qualcosa PER VOI, non per gli altri, perché è solo PER VOI che quel qualcosa varrà molto, mentre per gli altri non sarà mai abbastanza.

Fate per voi tutto questo perché io non ci riesco.

erigibbi