RECENSIONE FILM Guardiani della Galassia 2

Ebbene sì, ieri ci siamo decisi: era arrivato il momento di andare al cinema in Galles senza l’assistenza costante dei sottotitoli da noi utilizzati nel (mai) remoto caso in cui gli attori parlino come se avessero una patata in bocca. Per fortuna in Guardiani della Galassia nessuno ha manifestato la sindrome da bocca piena e il film è stato facilmente compreso anche dalla sottoscritta.

gif esultanza.gif

Per tutte quelle persone che non sono andati a vederlo perché “è un film stupido” beh che dirvi se non “sì! è un film stupido ma è nato per questo!”. Guardiani della Galassia è nato proprio per essere divertente, a volte leggermente demenziale, ma forse questo è uno dei suoi pregi migliori perché fa ridere senza essere volgare e senza cadere in banalità.

In questo secondo capitolo i protagonisti sono Peter (Chris Pratt) e la sua famiglia (di sangue). Si scoprirà chi è suo padre (stile Star Wars insomma) e il perché abbia abbandonato Peter e la madre. Quindi, secondo voi chi potrebbe essere il cattivo del film??

Collegandomi a questo, Peter in una scena afferma che da piccolo diceva che suo padre era il protagonista di Supercar (alzi la mano chi di voi non voleva quella macchina! Bene, voi, andate fuori!!! Subito!!), assente perché costantemente impegnato sul set e l’attore in questione è simpaticamente apparso in alcune scene (Ego, il vero padre di Peter, si trasformerà in lui ad un certo punto e poi apparirà nei titoli di coda ripetendo una delle frasi più lunghe e più profonde di baby Groot e se non capite a cosa mi sto riferendo…FUORI!!! SUBITO!!!)

gif groot

La presenza del baby Groot, dalla loquacità spiazzante, è stata fonte di divertimento per grandi e piccini e ha permesso al regista di far sviluppare una dinamica interessante tra i Guardiani. E se nel seguito (perché sì, è evidente ci sia un terzo Guardiani della Galassia) troveremo un Groot adolescente drogato di videogiochi tanto da non uscire dalla sua camera beh credo che di risate ne potremmo fare ancora.

Poteva poi mancare l’onnipresente Stan Lee?? Ma che ve lo dico a fare poi!

Gli effetti speciali di questo film sono stati meravigliosi, in particolare i colori erano veramente magici. Avatar mi è tornato in mente un sacco di volte anche se qui (se la mente non mi inganna) i colori erano molto più accesi. Già solo dalla cover del film potete capire o perlomeno immaginare di cosa sto parlando.

In sostanza è un film che vi consiglio soprattutto se avete bisogno di farvi qualche risata! Alcune battute/scene sono state veramente geniali! Non andate a guardarlo pensando e sperando sia un film serio, non lo è, ma nel suo genere è un film fatto bene!

Voi lo avete visto? Cosa ne pensate? Lo guarderete? Fatemi sapere!

A presto cinefili,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link sovrastante oppure da qui: http://amzn.to/2oDpsz8]

 

 

YouTube: PREFERITI di Marzo

Su YouTube ho messo un video in cui sproloquio vi parlo dei preferiti del mese di marzo: libri, film, serie tv, prodotti di makeup e di skincare e infine vestiti. Se volete guardare la mia incapacità nel parlarvi di cose da donna, divertitevi! 😉

https://www.youtube.com/watch?v=aOlGnI3zKew

Se vi iscrivete al canale, commentate, mettete un piace, sappiate che mi fate semplicemente molto felice!

A presto lettori,

erigibbi

©

RECENSIONE FILM: Doctor Strange

TITOLO: Doctor Strange Doctor-Strange-poster

ANNO: 2016

DURATA: 115 minuti

GENERE: azione, fantastico, avventura

REGIA: Scott Derrickson

DISTRIBUZIONE: Walt Disney Studios Motion Pictures

INTERPRETI & PERSONAGGI:

Benedict Cumberbatch: Stephen Strange / Dottor Strange

Benedict-Cumberbatch-spotted-on-Doctor-Strange-set

Chiwetel Ejiofor: Karl Mordo

Rachel McAdams: Christine Palmer

Benedict Wong: Wong

Michael Stuhlbarg: Nicodemus West

Benjamin Bratt: Jonathan Pangborn

Scott Adkins: Lucian

Mads Mikkelsen: Kaecilius

Tilda Swinton: Antico

TRAMA:

Doctor Strange racconta la storia del neurochirurgo di fama mondiale Stephen Strange, la cui vita cambia per sempre dopo che un terribile incidente automobilistico lo priva dell’uso delle mani. Quando la medicina tradizionale si dimostra incapace di guarirlo, Strange è costretto cercare una cura in un luogo inaspettato: una misteriosa enclave nota come Kamar-Taj. Scoprirà presto che non si tratta soltanto di un luogo di guarigione ma della prima linea di una battaglia contro invisibili forze oscure decise a distruggere la nostra realtà. Presto, Strange imparerà a padroneggiare la magia e sarà costretto a scegliere se fare ritorno alla sua vita agiata o abbandonare tutto per difendere il mondo e diventare il più potente stregone vivente.

RECENSIONE:

Da brava nerd quale sono non potevo non guardare questo film che per pura sfiga non ho potuto gustare al cinema.

spongebob_piange_a_dirotto

Avevo già letto il fumetto della serie Number One se non ricordo male (ma non riesco a trovarlo su amazon quindi bo) proprio perchè su Doctor Strange, lo ammetto, non sapevo nulla e dovevo prepararmi al film, c’è poco da fare. In realtà il film si discosta dal fumetto, l’inizio è praticamente uguale ma poi le cose sono andate in modo diverso ma sapete una cosa? CHISSENEFREGA! Per una volta non ho nulla da ridire perché questo film mi è piaciuto, mi ha gasato ed è stato bello lo stesso anche non rispettando fedelmente il fumetto.

Io amo Benedict che assieme a Eddie Redmayne è uno dei miei attori preferiti degli ultimi anni e questo sicuramente lo devo alla miniserie tv Sherlock in cui Benedict è il TOP. Devo dire che anche in questo film è stato molto bravo; mi è piaciuto molto all’inizio quando ha dovuto manifestare tutta la sua sofferenza (fisica e mentale) e la rabbia per aver perso l’uso delle mani e la capacità quindi di tornare a fare il suo lavoro, mi è piaciuto quando l’Antico lo ha spedito a viaggiare nelle dimensioni alternative (visto che è tutta opera di fantasia e Benedict ha dovuto fare tutte quelle espressioni facciali non vedendo nulla in realtà!) e mi è piaciuto nelle (poche) parti esilaranti del film.

Mads Mikkelsen purtroppo non è emerso come avrei voluto. Io lo conosco grazie alla serie tv Hannibal in cui è un mostro (in tutti i sensi) della recitazione, credetemi e quindi mi è dispiaciuto molto che qui non abbia potuto esprimere al meglio la sua capacità di attore.

Gli effetti speciali di questo film sono pura magia. I colori sgargianti, i movimenti, i dettagli..se un drogato andava a vedersi questo film al cinema avrebbe avuto la sua dose di funghi allucinogeni semplicemente guardando il film! Spettacolare. In alcune parti mi ha ricordato Inception ovvero quando i grattacieli, le strade, le case, si muovevano, si intrecciavano, si accavallavano, si piegavano.. Wow! Nonostante alcune scene potessero sembrare complicate proprio per questi cambi di prospettiva si è sempre capito tutto, non c’è stata confusione, non ho mai pensato “non ci sto capendo niente” tutto è stato sempre molto chiaro, evidente, comprensibile.

La storia, pur essendo diversa dal fumetto, non mi è dispiaciuta e anzi, fa capire che ci sarà un seguito (se qualcuno aveva dubbi la Marvel alla fine del film, al di là della solita scena in più, ha pure scritto che Doctor Strange ritornerà) e CREDO che nel seguito verranno toccati più aspetti inerenti il fumetto e MIODIONONVEDOLORA!

dumbledore-party-hard-L0X2NcGUlSUqt9wCw-msXg

(ok, questa cosa delle gif mi sta sfuggendo di mano)

La citazione del film che vorrei salvare è la seguente:

We never lose our demons, Mordo.

We only learn to live above them.

Voto attori: 8 su 10 (spicca Benedict Cumberbatch)

Voto grafica/effetti speciali: 10 su 10

Voto trama: 8.5 su 10

Voto finale: 9 su 10

Bene ragazzi, voi avete visto questo film? Vi è piaciuto? Per chi non lo avesse ancora fatto cosa state facendo ancora qui???? Andate a vederlo, SUBITO!

Vi lascio qui il link Amazon se siete interessati: http://amzn.to/2mLA77a

A presto cinefili

erigibbi

©

RECENSIONE FILM: Revenant – Redivivo

TITOLO: The Revenant – Redivivothe revenant

ANNO: 2015

DURATA: 156 minuti

GENERE: biografico, avventura, drammatico, western, thriller

REGIA: Alejandro González Iñárritu

DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox

INTERPRETI & PERSONAGGI:

Leonardo DiCaprio: Hugh Glass

dicaprio

Tom Hardy: John Fitzgerald

tom hardy

Domhnall Gleeson: Andrew Henry

Will Poulter: Jim Bridger

Forrest Goodluck: Hawk

Paul Anderson: Anderson

Lukas Haas: Jones

Duane Howard: Elk Dog

Brendan Fletcher: Fryman

Kristoffer Joner: Murphy

TRAMA:

In una spedizione nelle vergini terre americane, l’esploratore Hugh Glass viene brutalmente attaccato da un orso e dato per morto dai membri del suo stesso gruppo di cacciatori. Nella sua lotta per la sopravvivenza, Glass sopporta inimmaginabili sofferenze, tra cui anche il tradimento del suo compagno John Fitzgerald. Mosso da una profonda determinazione e dall’amore per la sua famiglia, Glass dovrà superare un duro inverno nell’implacabile tentativo di sopravvivere e di trovare la sua redenzione.

RECENSIONE:

Ormai avrete capito che io arrivo sempre dopo con i film. Fanno ora a vincere Oscar, fanno ora a diventare super famosi, fanno ora a passare secoli ed ecco una mia recensione. Per carità, non è passato nemmeno tantissimo tempo ma insomma..ormai, fatevene una ragione.

TUTTI sapranno che FINALMENTE DiCaprio con questo film ha vinto quel MERITATISSIMO Oscar che doveva vincere, in realtà, ANCHE con altri suoi precedenti film e ho sempre pensato che glielo abbiano dato con The Revenant per due principali motivi: non volevano avere sulla coscienza un eventuale suicidio da parte di un grande e famosissimo attore holliwoodiano e coscienti che ormai se non glielo davano stavolta non glielo avrebbero dato mai più. Questo per dirvi che non mi aspettavo che in questo film DiCaprio potesse meritare l’Oscar tanto quanto lo meritava negli altri film e invece mi sono ricreduta praticamente subito. In The Revenant DiCaprio ha forse dato il massimo, credo abbia sputato sangue per fare questo film. Si è sorbito ore di trucco per avere quelle cicatrici sul corpo, ha dovuto strisciare nel fango, ha dovuto patire il freddo e il gelo e, come se non bastasse, doveva far arrivare a noi spettatori una miriade di sentimenti ed emozioni senza proferire parola. Tanto di cappello a DiCaprio che questo Oscar se l’è proprio dovuto sudare (in tutti i sensi!).

Molto bravo anche Tom Hardy che ha interpretato il cattivo del film. È stato così bravo che non mi è risultato per nulla difficile odiarlo dal profondo. Ogni volta in cui appariva, ogni volta in cui parlava, vi giuro, mi procurava fastidio, non riuscivo a trovare una posizione nel divano, talmente poca era la mia sopportazione nei suoi confronti quindi sì, l’ha interpretato proprio bene il personaggio!

Ritornando a quanto detto sopra, questo film ha veramente pochissimi dialoghi e nonostante questo mi ha comunicato veramente tantissimo. La fotografia è un non so che di spettacolare (il film ha vinto infatti anche l’Oscar per questo). Ogni inquadratura e ogni immagine era curata nei minimi dettagli. Io amo la fotografia e trovare questi aspetti in un film è molto emozionante. Avrei voluto fermare il film molte, moltissime volte e rimanere in contemplazione della scena proprio come fosse un quadro e se avessi potuto mi sarei fatta una stampa per ogni immagine perché vi giuro ragazzi è stato spettacolare. Questo motivo è il principale motivo per cui mi dispiaccio di non aver potuto vedere questo film al cinema. Oltre alla fotografia, mi hanno colpito particolarmente i suoni e una scena che ricordo molto volentieri è quando vengono inquadrati gli alberi e in particolar modo la neve che si stava sciogliendo e l’unico suono era proprio questo: il contatto della neve che si sta sciogliendo e che cade sul terreno. Non so se voi ci avete mai fatto caso ma è un rumore diverso dall’acqua che cade dagli alberi dopo una pioggia e sentir riprodotto proprio quel suono, proprio il suono della neve che si sta sciogliendo è stato magico (nonostante la tragicità del momento).

Questo film è stato comunque pesante. Non fraintendetemi, mi è piaciuto veramente molto ma la storia è emotivamente pesante, i fatti sono emotivamente pesanti e secondo me anche la quasi totale assenza di dialoghi ha contribuito molto a questo. Da questo punto di vista è stata una fortuna che l’abbia guardato a casa perché sul divano ho potuto cambiare posa molte volte e ho potuto mettere in pausa più volte e andare in bagno (ho bevuto due litri d’acqua, comprendetemi). Questo mi ha aiutato a respirare, ma letteralmente respirare perché l’ansia e la tensione è stata veramente tanta.

Se non avete ancora visto questo film, dovete assolutamente guardarlo per diversi motivi: in assoluto perché Di Caprio ha vinto l’Oscar poi perché Di Caprio ha vinto l’Oscar MERITANDOSELO ALLA GRANDE; perché la fotografia è magica, ogni scena è un quadro e i suoni sono meravigliosi, mettere assieme in questo modo vista e udito ha permesso a me, in quanto spettatrice, di vivere appieno la natura e di sentirmi NEL film; infine, perché avrete la possibilità di apprezzare un film che con pochissimi dialoghi trasmette e comunica più di un qualsiasi altro film in cui si parla fin troppo.

Voto attori: 8 su 10 (spicca Leonardo DiCaprio)

Voto grafica/effetti speciali (fotografica e suono): 10 su 10

Voto trama: 8.5 su 10

Voto finale: 9 su 10

Vi lascio con questa frase tratta dal film:

I’m right here…

I will be right here…

But you don’t give up.

You hear me?

As long as you can still grab a breath, you fight.

You breath… Keep breathing.

Vi ringrazio per aver letto fino in fondo la mia recensione e se siete interessati al film o a scoprirne qualcosa in più vi lascio il link di Amazon: Revenant

Come sempre sono felice di leggere cosa ne pensate voi a riguardo quindi aspetto i vostri commenti!

A presto cinefili

eri gibbi

©