RECENSIONE FILM: Deadpool

TITOLO: Deadpool deadpool

ANNO: 2016

DURATA: 108 minuti

GENERE: azione, avventura, commedia, fantascienza

REGIA: Tim Miller

DISTRIBUZIONE: 20th Century Fox

INTERPRETI & PERSONAGGI:

Ryan Reynolds: Wade Wilson/Deadpool

ryan-reynolds

Ed Skrein: Francis Freeman/Ajax

Morena Baccarin: Vanessa Carlysle

Andre Tricoteux: Piotr “Peter” Rasputin/Colosso

Brianna Hildebrand: Ellie Phimister/Testata Mutante Negasonica

T. J. Miller: Jack Hammer III/Weasel

Gina Carano: Angel Dust

Leslie Uggams: Al

Jed Rees: Reclutatore

Karan Soni: Dopinder

Style Dayne: Jeremy

Kyle Cassie: Gavin Merchant

Isaac C. Singleton Jr.: Boothe

Rob Hayter: Bob

TRAMA:

Deadpool racconta la storia di Wade Wilson, partendo dal suo passato come ex membro delle forze speciali che, dopo essere stato sottoposto a un esperimento illegale che gli dona poteri di guarigione accelerata, diventa un mercenario adottando l’alter ego Deadpool. Armato con le sue nuove abilità, e con un cinico e contorto senso dell’umorismo, Deadpool dà la caccia all’uomo che ha quasi distrutto la sua vita.

RECENSIONE:

Domenica scorsa la scelta del film è iniziata con la fatidica frase “oggi niente supereroi, dai”. Fu così che la Marvel ci tenne compagnia per l’ennesima volta! Ma se consideriamo che Deadpool non si considera un supereroe, il problema non si pone!

Su Deadpool non sapevo assolutamente nulla, mai letto un fumetto, mai visto nulla in tv, zero. Ho inserito, ai tempi, questo film nella mia lista principalmente perché, al contrario di quanto affermi Wade Wilson per me Deadpool fa parte dei supereroi, perché è un fumetto firmato Marvel (non che sia esclusivamente Team Marvel, dipende, sono infatti anche Team DC) e perché con i trailer trasmessi ero rimasta scioccata (proprio sconvolta) per quanto Deadpool si discostasse dalla considerazione media di “supereroe”.

Ryan Reynolds è stato strepitoso. Ha avuto la capacità di sembrare ironico, divertente, incazzato, depresso spesso nel giro di pochissime battute. Il cambio di tono usato per trasmettere allo spettatore il suo stato d’animo è stato perfetto. Considerate che quando è vestito da Deadpool la sua espressività facciale è pressoché inesistente, non si può notare, quindi con solamente il tono di voce a disposizione lui doveva trasmettere le sue emozioni a noi spettatori, e beh, ci è riuscito alla grande.

Le scene d’azione sono state fatte molto bene, i rallentamenti, i dettagli in primo piano sono stati un piacere per la vista. Nonostante quando Deadpool combatte utilizza un metodo piuttosto spettacolare, proprio nel senso che dà spettacolo, le lotte non mi sono mai sembrate finte e preparate ad arte. (Se guardate la serie tv Arrow forse capite a cosa mi riferisco visto che in questo telefilm i combattimenti a volte sono chiaramente finti).

La storia di per sé non è profonda né magnifica. Si limita ad essere la storia di Deadpool, com’è nato Deadpool, chi era prima di diventare Deadpool, qual è stato il suo percorso di cambiamento e, anche se non si direbbe, di crescita. Sinceramente questo per me non è un limite. Ora ho una conoscenza che comunque prima non avevo e qualche messaggio in realtà un po’ profondo il film lo ha anche trasmesso.

See? You don’t need to be a superhero to get the girl.

The right girl will bring out the hero in you.

Finché lo guardavo ho espresso più volte il seguente parere “che film trash” ed è così; è un film trash con parolacce, con sangue, con teste recise che volano, con violenza, con cattiveria ma è un bel film trash. Rispecchia il supereroe Marvel perché (ecco questa cosa la so) Deadpool nemmeno nel fumetto è IL supereroe ma è ‘uno’ che combatte i cattivi, preferibilmente uccidendoli, parlando a non finire, facendo il coglione, esternando battute e ironia. Anche questo mi è piaciuto. Nonostante quello che gli è capitato, la sua ironia, non l’ha mai persa, mai. Poteva deprimersi stile Oliver Queen o peggio ancora, stile Batman, ma no, non l’ha fatto e l’ho apprezzato tantissimo.

Piccolo ed ultimo appunto, nel film compaiono spesso riferimenti a Lanterna Verde (film criticato a non finire e in cui Reynolds interpretava il suddetto supereroe) e a Wolverine. E questo, ad una nerd come me, fa morire. Non so bene il perché ma quando in un film di supereroi si fa riferimento ad altri supereroi magari prendendo in giro determinate loro caratteristiche, beh, mi fa scatenare l’adorazione che è in me!

Voto attori: 8 su 10 (spicca Ryan Reynolds)

Voto grafica/effetti speciali: 8 su 10

Voto trama: 7.5 su 10

Voto finale: 8 su 10

Voi amici nerd, avete visto questo film? Vi è piaciuto? Lo guarderete? Fatemi sapere!

Vi lascio il link Amazon nel caso foste interessati: http://amzn.to/2onP280

A presto cinefili,

erigibbi

©

RECENSIONE FILM: Doctor Strange

TITOLO: Doctor Strange Doctor-Strange-poster

ANNO: 2016

DURATA: 115 minuti

GENERE: azione, fantastico, avventura

REGIA: Scott Derrickson

DISTRIBUZIONE: Walt Disney Studios Motion Pictures

INTERPRETI & PERSONAGGI:

Benedict Cumberbatch: Stephen Strange / Dottor Strange

Benedict-Cumberbatch-spotted-on-Doctor-Strange-set

Chiwetel Ejiofor: Karl Mordo

Rachel McAdams: Christine Palmer

Benedict Wong: Wong

Michael Stuhlbarg: Nicodemus West

Benjamin Bratt: Jonathan Pangborn

Scott Adkins: Lucian

Mads Mikkelsen: Kaecilius

Tilda Swinton: Antico

TRAMA:

Doctor Strange racconta la storia del neurochirurgo di fama mondiale Stephen Strange, la cui vita cambia per sempre dopo che un terribile incidente automobilistico lo priva dell’uso delle mani. Quando la medicina tradizionale si dimostra incapace di guarirlo, Strange è costretto cercare una cura in un luogo inaspettato: una misteriosa enclave nota come Kamar-Taj. Scoprirà presto che non si tratta soltanto di un luogo di guarigione ma della prima linea di una battaglia contro invisibili forze oscure decise a distruggere la nostra realtà. Presto, Strange imparerà a padroneggiare la magia e sarà costretto a scegliere se fare ritorno alla sua vita agiata o abbandonare tutto per difendere il mondo e diventare il più potente stregone vivente.

RECENSIONE:

Da brava nerd quale sono non potevo non guardare questo film che per pura sfiga non ho potuto gustare al cinema.

spongebob_piange_a_dirotto

Avevo già letto il fumetto della serie Number One se non ricordo male (ma non riesco a trovarlo su amazon quindi bo) proprio perchè su Doctor Strange, lo ammetto, non sapevo nulla e dovevo prepararmi al film, c’è poco da fare. In realtà il film si discosta dal fumetto, l’inizio è praticamente uguale ma poi le cose sono andate in modo diverso ma sapete una cosa? CHISSENEFREGA! Per una volta non ho nulla da ridire perché questo film mi è piaciuto, mi ha gasato ed è stato bello lo stesso anche non rispettando fedelmente il fumetto.

Io amo Benedict che assieme a Eddie Redmayne è uno dei miei attori preferiti degli ultimi anni e questo sicuramente lo devo alla miniserie tv Sherlock in cui Benedict è il TOP. Devo dire che anche in questo film è stato molto bravo; mi è piaciuto molto all’inizio quando ha dovuto manifestare tutta la sua sofferenza (fisica e mentale) e la rabbia per aver perso l’uso delle mani e la capacità quindi di tornare a fare il suo lavoro, mi è piaciuto quando l’Antico lo ha spedito a viaggiare nelle dimensioni alternative (visto che è tutta opera di fantasia e Benedict ha dovuto fare tutte quelle espressioni facciali non vedendo nulla in realtà!) e mi è piaciuto nelle (poche) parti esilaranti del film.

Mads Mikkelsen purtroppo non è emerso come avrei voluto. Io lo conosco grazie alla serie tv Hannibal in cui è un mostro (in tutti i sensi) della recitazione, credetemi e quindi mi è dispiaciuto molto che qui non abbia potuto esprimere al meglio la sua capacità di attore.

Gli effetti speciali di questo film sono pura magia. I colori sgargianti, i movimenti, i dettagli..se un drogato andava a vedersi questo film al cinema avrebbe avuto la sua dose di funghi allucinogeni semplicemente guardando il film! Spettacolare. In alcune parti mi ha ricordato Inception ovvero quando i grattacieli, le strade, le case, si muovevano, si intrecciavano, si accavallavano, si piegavano.. Wow! Nonostante alcune scene potessero sembrare complicate proprio per questi cambi di prospettiva si è sempre capito tutto, non c’è stata confusione, non ho mai pensato “non ci sto capendo niente” tutto è stato sempre molto chiaro, evidente, comprensibile.

La storia, pur essendo diversa dal fumetto, non mi è dispiaciuta e anzi, fa capire che ci sarà un seguito (se qualcuno aveva dubbi la Marvel alla fine del film, al di là della solita scena in più, ha pure scritto che Doctor Strange ritornerà) e CREDO che nel seguito verranno toccati più aspetti inerenti il fumetto e MIODIONONVEDOLORA!

dumbledore-party-hard-L0X2NcGUlSUqt9wCw-msXg

(ok, questa cosa delle gif mi sta sfuggendo di mano)

La citazione del film che vorrei salvare è la seguente:

We never lose our demons, Mordo.

We only learn to live above them.

Voto attori: 8 su 10 (spicca Benedict Cumberbatch)

Voto grafica/effetti speciali: 10 su 10

Voto trama: 8.5 su 10

Voto finale: 9 su 10

Bene ragazzi, voi avete visto questo film? Vi è piaciuto? Per chi non lo avesse ancora fatto cosa state facendo ancora qui???? Andate a vederlo, SUBITO!

Vi lascio qui il link Amazon se siete interessati: http://amzn.to/2mLA77a

A presto cinefili

erigibbi

©