RECENSIONE: DECLAN – Rebel Angels Band di Stephanie K. Sinclair

TITOLO: DECLAN- Rebel Angels Band (Volume 1)cover-declan

AUTORE: Stephanie K. Sinclair

EDITORE: Elister Edizioni

GENERE: Narrativa rosa ed erotica

PUBBLICAZIONE: 2017

PREZZO: € 2.99 e-book

PAGINE: 111 p.

Prime righe:

Los Angeles, California, 2010

Declan Matthews sorseggiò il suo caffè praticamente in coma. Che Dio benedica Starbucks!

Anche se avrebbe preferito gustarselo seduto a un tavolo insieme a un donut al cioccolato leggendo un buon libro, piuttosto che in auto nel traffico losangelino.

TEASER:

In ogni caso, i suoi genitori avevano pagato i primi tre mesi di affitto come regalo per la promozione, e c’era solo una parola per descriverla: stupenda.

L’appartamento era al piano rialzato e aveva l’ingresso a scalinata con un cortile privato. Aveva cinque finestre luminose a tutta parete in totale, di cui tre in salotto e due in camera da letto e i pavimenti erano in legno. Tutti i mobili erano moderni e di un bel color noce. L’angolo cottura aveva tutti i comfort che una ragazza come lei, che amava cucinare, potesse desiderare.

SINOSSI:

Timido e impeccabile pubblicitario di giorno. Folle, sexy e intraprendente chitarrista dei Rebel Angels di notte. Declan rappresenta il binomio perfetto di uomo in grado di far impazzire ogni donna. Peccato che a lui questo non interessi… Almeno finché non si ritroverà a lavorare accanto alla bellissima e spumeggiante Amelia Ricci, nuova art director della Logan Advertising, appena arrivata dall’Italia. Insieme dovranno seguire la nuova campagna pubblicitaria per i cioccolatini “Dolci Desideri”. Sembra impossibile riuscire a resistere a quel corpo sinuoso che sembra fatto per il piacere, eppure Amelia sotto quell’aspetto peccaminoso, nasconde una fragilità capace di renderla vulnerabile e insicura verso ogni uomo che attrae. Declan riuscirà mai a entrare nel cuore di Amelia e trovare l’amore vero? Amelia riuscirà a resistere a quel nuovo collega pieno di sorprese e di sfaccettature misteriose?

RECENSIONE:

Ringrazio subito Elister Edizioni per avermi inviato il libro.

Una vera fortuna che il teaser sia proprio questo perché mi ero dimenticata di questo dettaglio. Ma andiamo con ordine. La storia è abbastanza scontata ma ogni tanto ci può stare spegnere completamente il cervello e leggere una storiella d’amore. La sinossi vi dice tutto quello che dovete sapere. L’amore tra i due scoppia subito, ci sarà solo un piccolo problema quando Amelia farà cambiare un po’ il look di Declan durante il giorno. Lo stile di Declan infatti viene definito come “nerd” e su questo in realtà vorrei fare un appunto perché io i mocassini addosso ad un nerd sinceramente non li ho mai visti. Cioè, immaginatevi Sheldon con i mocassini!

Just-Sheldon-D-sheldon-cooper-31938618-500-226

Stavo dicenso, ah sì, Declan quindi nel momento in cui cambia stile fa impazzire tutte le donne dell’ufficio e comincia a fare il galletto per cui la loro storia va un po’ in crisi e sinceramente, dal personaggio di Declan questo non me l’aspettavo. La sua reazione è stata molto diversa dal personaggio descritto e conosciuto fino a quel momento e questo secondo me è stata una nota stonata e mi è sembrata una trovata semplicemente per far succedere qualcosa di negativo tra i due.

Ho trovato carina l’idea iniziale di descrivere i membri della band nonché migliori amici di Declan; membri che sono usciti durante il racconto, chi più chi meno, con le loro principali caratteristiche caratteriali e anche qua, punto a favore perché hanno dato qualcosina in più al libro.

Per quanto riguarda Amelia non ho molto da dire se non che ovviamente ha gli occhi azzurri perché a quanto pare nei libri se non si hanno gli occhi azzurri (o verdi) si è dei cessi stratosferici. Mi ricollego qui al teaser: Amelia è stata trasferita dal suo capo italiano in questa azienda americana e i genitori di lei le hanno pagato per tre mesi la rata di uno stupendo, immenso, fighissimo, all inclusive appartamento che manco la regina Elisabetta. Ovviamente i genitori di lei devono avere un sacco di soldi per pagarle 3 MESI di rata di un appartamento MAGNIFICO che costerà un occhio della testa perché ovviamente mica poteva arrangiarsi o mica potevano pagarle un solo mese di rata di un appartamentino modesto, scherziamo?!

Per quanto riguarda Declan ci sono stati dei punti che proprio non ho digerito. Lui critica un colllega perché fa il coglione con le ragazze in ufficio, dice che lui le ragazze le porta sul palmo di mano e appena vede Amelia SBAM non ascolta più nessuno, si isola dal mondo per immaginare mille modi per SBATTERSELA sulla scrivania del capo. Ehm, sì, ok, perfetto Declan, dammi il 5.

Comunque, se volete passare un’oretta senza pensieri leggendo una storiella d’amore, poetete leggere questo libro (che non è troppo spinto) e in tal caso vi lascio qui il link Amazon: http://amzn.to/2mDHGMt

Voto: 3 su 5

Cosa pensate di questa recensione lettori? Fatemi sapere con un commento!

A presto readers

erigibbi

©

RECENSIONE: Appartieni solo a me di Lily Anne

TITOLO: Appartieni solo a meappartieni-solo-a-me-di-lily-anne

AUTORE: Lily Anne

EDITORE: Elister Edizioni

GENERE: Narrativa rosa ed erotica

PUBBLICAZIONE: 2017

PREZZO: € 2.99

PAGINE: 127 p.

Prime righe:

Ero seduta sul divano di casa mia, lo sguardo perso verso qualcosa di inesistente. Con la mente stavo ripercorrendo ogni singola ora di quella folle giornata. Una bomba era esplosa, disintegrando in mille pezzi il mio futuro… e quella bomba l’avevo sganciata io.

SINOSSI:

Dopo essere scappata, lasciando il suo futuro sposo sull’altare, Melinda spera di trovare finalmente la libertà che cerca a New York. Purtroppo, però, proprio il giorno del suo arrivo, si ritroverà coinvolta in un gioco di potere e ricatti tra suo nonno e un uomo tanto misterioso quanto affascinante, Simon Austin. Spaventata dalle minacce di quest’ultimo e da ciò che potrebbe causare alla sua famiglia, Melinda si ritroverà costretta ad accettare di sposare Simon, perdendo così la sua agognata libertà. Presto Melinda scoprirà che dietro a quel matrimonio, c’è un mondo di menzogne e segreti inconfessabili, in grado di distruggere ogni sua sicurezza e mettere a repentaglio quel fragile sentimento che lentamente sta nascendo tra lei e Simon.

RECENSIONE:

Ringrazio subito la casa editrice Elister Edizioni per avermi inviato questo libro che però non mi ha entusiasmato. Come avete potuto leggere dalla sinossi, la protagonista lascia il suo, ormai ex, fidanzato il giorno del matrimonio perché capisce che non lo ama più e che forse non lo hai mai amato. Dopo pochi giorni i genitori, che nel frattempo non le parlavano più, soprattutto la madre (personcina molto carina), l’hanno praticamente cacciata di casa dicendole “vai dai tuoi nonni” che ovviamente abitano in America e che ovviamente sono ricchi sfondati (come i genitori di lei, ovviamente). La brava Melinda, che aspira alla libertà, non si fa ripetere l’ordine due volte (cioè, avete colto il sottile riferimento? Avete colto il legame tra libertà e ordine? Sì vero?), stavo dicendo, non si fa ripetere l’ordine e vola dai nonni a New York dove finalmente convinta di essere libera si ritrova incastrata in un accordo in cui è obbligata a sposare un tizio. Il tizio ovviamente ha gli occhi azzurri e ovviamente è un avvocato ricchissimo. Ah mi stavo dimenticando, ovviamente il tizio, Simon, ha anche un fisico da paura. Dettagli.

In realtà, la storia che c’è sotto a questo accordo è stata anche una bella scoperta, ero sinceramente curiosa di scoprire cosa mai potesse essere di così grave per cercare di trovare un accordo con un anno di matrimonio, visto che anche Simon non è che impazzisse all’idea e, appunto, il motivo, la storia che c’era dietro è stata anche interessante e poteva venirci fuori qualcosa di buono. Magari la storia sarebbe stata scontata (come effettivamente è stata) ma ci sono stati degli eventi, uno in particolar modo che mi hanno fatto dire NO. L’attrazione sessuale tra i due era evidente quindi in realtà, il sesso consenziente ci poteva essere fin dall’inizio e invece? E invece NO! Il primo rapporto è stato praticamente uno stupro visto che Melinda chiaramente non voleva (pur essendo attratta e tutto dal tizio) ma in quel preciso momento lei non voleva e ovviamente il maschio alfa figaccione se ne frega caldamente del volere di una donna, figuriamoci e vabbé, vi risparmio i dettagli. Queste scene, questi fatti, queste COSE mi fanno imbestialire. Perché poi, come se non bastasse, le donne, o Melinda in questo caso, dicono “no, è sbagliato, lo odio” puntualmente seguito da un “quanto è figo però”.. Ma, sul serio? Cioè, veramente? Ditemi che nella vita reale non succede questo!

Comunque, se volete passare un’ora senza pensieri, se non vi arrabbiate per scene di questo tipo, se leggere queste storie non vi crea problemi allora potete leggere questo libro e quindi, in caso, vi lascio il link di Amazon: http://amzn.to/2nDhNhz

Voto: 2 su 5

Fatemi sapere cosa ne pensate di questa recensione, spero, come sempre, di non aver esagerato nell’esprimere un mio parere!

A presto lettori

erigibbi

©

RECENSIONE: Una relazione proibita di Melissa Castello

TITOLO: Una relazione proibita cover-una-relazione-proibita-2017

AUTORE: Melissa Castello

EDITORE: Elister Edizioni

GENERE: Narrativa rosa ed erotica

PUBBLICAZIONE: 2017

PREZZO: € 2.99 e-book

PAGINE: 119 p.

Prime righe:

«Melody, non ti rendi conto di ciò che dici!» esplose mio padre come d’abitudine ogni volta che si parlava dei miei progetti professionali futuri.

«Papà, ti prego. Cerca di capirmi! Io voglio fare l’insegnante. Ho desiderato insegnare dal primo giorno di scuola. Amo l’insegnamento! Desidero solo poter fare ciò che sento nel cuore e avere il tuo appoggio.»

TEASER:

«Quindi è ricca la famiglia di Shane?» domandai dopo un po’, camminando tra i quadri della mostra.

«Trevor Mallory è nato qui ma a diciassette anni si era già trasferito a New York dove ha costruito un impero milionario nell’immobiliare. Ha sempre vissuto a New York ma ben presto le scuole disposte ad accettare il figlio hanno cominciato a ridursi sempre di più. Cookeville era l’ultima spiaggia. Questo ritorno di Mallory ha scatenato grande clamore ma anche vecchi rancori dato che Trevor ha lasciato molti affari in sospeso prima di andarsene a cercare fortuna a New York. Tuttavia oggi, con la scusa che il figlio studia qui, ha deciso di reinvestire in questa piccola cittadina. L’anno scorso ha finanziato un ambulatorio medico per le emergenze, mentre quest’anno ha elargito una grande donazione alla biblioteca della città e ora… questa galleria d’arte in memoria della moglie defunta.»

SINOSSI:

Lei è diventata la sua ossessione dal primo giorno in cui l’ha vista. Lui è diventato la sua tentazione proibita dalla prima volta che l’ha baciata. Melody è una ragazza di ventitré anni, si è appena laureata con il massimo dei voti e sogna di diventare una professoressa di liceo. Tuttavia è osteggiata dai suoi stessi genitori che la vedono troppo fragile, minuta e con un viso così angelico da somigliare più a una bambolina che a un mastino capace di ottenere rispetto da studenti che hanno pochi anni in meno di lei. Dopo continue liti con il padre, alla fine Melody ottiene un incarico come insegnante in un liceo ben diverso da quelle scuole prestigiose e rispettabili a cui è abituata. La situazione che le si parerà davanti sarà difficile da affrontare e l’unico appoggio che sembrava aver trovato in un collega, Shane Mallory, alla fine si rivelerà un grande errore perché quel giovane non è altri che uno dei peggiori studenti della scuola. Imbarazzata da quell’equivoco, si ritroverà travolta dall’interesse del ragazzo, che nutre da subito per lei una vera e propria ossessione, tanto da spingerlo a comportamenti compromettenti per Melody e a mandare all’aria tutte le buone intenzioni della giovane. Tra baci rubati, inconfessabili dichiarazioni d’amore e incontri segreti notturni, riuscirà Melody a mettere una barriera tra loro? Oppure riuscirà Shane a far diventare sua Melody?

RECENSIONE:

Ringrazio subito Elister Edizoni per avermi inviato il libro, purtroppo però non mi è piaciuto particolarmente.

La storia procede troppo velocemente, ci sono aspetti che potevano essere approfonditi di più, primo fra tutti la morte della madre di Shane e la sua infanzia. A riguardo sono state invece spese pochissime parole.

Nemmeno i protagonisti mi sono piaciuti, né Melody né Shane. Melody come personaggio aveva del potenziale: è una giovane donna, appena laureata, piuttosto piccolina, carina con un viso che la fa sembrare ancora più giovane ma ama l’insegnamento e va anche contro il volere dei suoi pur di fare il lavoro che più le piace; questo è stato sicuramente un aspetto che mi è piaciuto. Quello che proprio non ho digerito è stato il suo comportamento con Shane. Lui ha 22 anni, lei 24 quindi non vado a criticare la possibilità che ci sia una storia d’amore tra i due ma come si è evoluta. Molto brava a parlare o a pensare da donna, del tipo “non sono un oggetto”, “non può fare di me quello che vuole”, “non può trattarmi in questo modo” e poi si lascia praticamente stuprare e il riassunto del suo pensiero è “no, non va bene ma lo amo troppo”. Ehm, ok, no, c’è qualche problema Melody cara. Un altro aspetto di Melody che proprio non ho digerito è il suo affermare spesso “ce la voglio fare da sola” quando comunque lavora in una scuola grazie al padre, il preside è suo zio, poi il padre gli propone di lavorare nella scuola in cui è lui il preside e poi quando lei e Shane decidono di andare a vivere assieme ma tutti e due continuano a studiare accettano di buon grado l’aiuto economico del padre di lui e questo quando un attimo prima lei aveva appena nuovamente ribadito “ce la voglio fare da sola”. La sagra dell’incoerenza.

Potete quindi poi capire perché non mi sia piaciuto Shane. L’idea del cattivo ragazzo, figo da paura, con un fisico divino ormai è un elemento costante e scontato in un romanzo di questo tipo (per non parlare del fatto che questi santi uomini sono sempre ricchi sfondati, mah) e lo tollero tranquillamente; ma che questo tipo veda una donna come SUA, sua proprio come se fosse un oggetto, come se avesse firmato un contratto di acquisto e quindi come se fosse di sua proprietà, e, come se non bastasse, che abbia con lei un rapporto sessuale in quel momento non consenziente, no, mi dispiace, ma così proprio non funziona. Non lo tollero!

Avendo letto la trilogia di 50 sfumature, quando leggo libri di questo genere mi sembra sempre di leggere qualcosa di scopiazzato, idee prese da quei libri, modificate e poi riprodotte… male. Non sto dicendo che l’autrice abbia copiato, magari questo libro lo aveva pensato molto prima o di 50 sfumature non conosce nulla ma questa è l’impressione che mi ha dato questo libro.

Per quanto riguarda lo stile, è presente qualche errore di battitura, ci sono molti dialoghi e zero descrizioni quindi è un libro che si legge molto velocemente anche per il lessico utilizzato, infatti non ci sono termini ostici.

Sicuramente se volete passare un’ora senza pensieri e se non vi danno fastidio scene di sesso, è un libro che potete leggere. Nel caso foste interessati vi lascio qui il link Amazon: http://amzn.to/2nyFjwg

Voto: 2 su 5

Bene lettori, fatemi sapere cosa pensate di questa recensione con un commento! Per me è sempre difficile fare una recensione negativa ma sono sempre sincera perché credo sia giusto esserlo, spero però di non essere stata troppo cattiva!

A presto

erigibbi

©